che cosa posso fare ora?

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 13:49

Chiedo ai miei amici del forum un consiglio su come gestirebbero un problema che si è presentato in questi giorni e che ovviamente mi sta generando preoccupazione per la salute di mamma . Un mese fa i raggi al polmone hanno evidenziato un'aggravamento, la lesione è aumentata di volume. Mia mamma al momento sta assumendo Ascorbato di Potassio, Aloe, Essiac e vitamina C. Però il punto dolente non è solo questo, ma
il fatto che da qualche giorno a sta parte ha degli sbandamenti e le mani hanno minor capacità di presa, in pratica le possono sfuggire di mano gli oggetti e la sua calligrafia è notevolmente peggiorata, segno che non riesce a tenere stretta la biro tra le dita...Non so se ciò sia dovuto alle deformazioni che si sono manifestate con le dita " a bacchetta di tamburo" che magari non le permettono una gestione della manualità cui era abituata prima che le falangi si modificassero. Nei giorni scorsi aveva anche la pressione molto alta, 200 di max...forse potrebbe essere una causa degli sbandamenti...forse...!!! Il mio timore è che ci possano essere delle lesioni al cervello, perchè il tipo di K di mia mamma facilmente provoca metastasi al cervelletto...Questa mattina l'ho vista bene, la pressione si è normalizzata raddoppiando il dosaggio dell'antiipertensivo, però, una rondine non fa primavera, devo vedere se basterà la normalizzazione della pressione arteriosa perchè non si verifichino più gli sbandamenti...
Ora il quesito è questo...A suo tempo ho rinunciato a farle la Kemio, e ad informarla del reale problema tanto che le ho raccontato di una bronchite cronica molto brutta, da curare. Ora che sono fuori dal circuito oncologico di prassi e non ho referenti cui appoggiarmi, non so come muovermi, cosa fare per prevenire guai maggiori... Sapere se ci siano lesioni al cervelletto, magari con una Tac, può essere di utilità? O magari serve solo ad allarmarla di più... Lei in questi giorni ogni tanto mi butta lì un interrogativo " Non avrò per caso l'Alzaimer?? " riferendosi agli sbandamenti ed alla diminuta forza nelle mani...Insomma, ragazzi cari, voi che consigli mi potete dare? Grazie a quanti vorranno darmi il loro
parere... invio baci

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da geomarc il Mer 26 Nov 2008 - 13:55

Una tac servirebbe e ti farebbe stare tranquilla...mi i marker t e gli esami del sangue li ha fatti di recente?

geomarc
Forista medio
Forista medio

Maschile
Numero di messaggi : 273
Età : 47
Località : Alessandria
Data d'iscrizione : 10.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 13:59

ha fatto esami del sangue di ruotine...ma i markers tumorali non sono stati fatti... solo Emocromo, funzionalità epatica e renale, ed elettroliti... A detta del medico di pneumologia erano esami leggermente fuori range per alcune voci, ma complessivamente non allarmanti...

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 14:06

si Grazia fai una tac ,è difficile stabilire le cause di questi sbandamenti,il suo medico cosa dice ?

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Nov 2008 - 14:07

scusa grazia, ma tua mamma quanti anni ha ?

Purtroppo quando si ha un malanno tutto viene collegato a quello, ma se fosse solo normali problemi dovuti alla vecchiaia ?

Ci hai pensato ?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:13

dice che tutto è possibile...però, visto che a suo tempo l'ho bypassato facendo di testa mia, ora si guarda bene dal prendere inizitive... Intanto venerdì mattina ho un appuntamento in ambulatorio per fare l'antiinfluenzale a mia mamma, in quella occasione, se gli sbandamenti saranno ancora presenti, magari proverò a proporre la Tac per un controllo...Però, il fatto è questo, se faccio la tac e ci fossero effettivamente dei problemi...cosa risolvo nel saperlo con certezza se poi rifiuto di sottoporla a Kemio? In caso di lesioni al cervello,
inoperabile e che non si voglia trattare con Kemio, cosa resta da fare??

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da GRINGO il Mer 26 Nov 2008 - 14:14

una tac servirebbe almeno a te per capire lo stato delle cose, poi se non può fare flebo, dovresti prendere in considerazione i fondamentali della terapia del dr. Rath in aggiunta a quanto già prende. Ciao.

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 43
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:16

Mia mamma ha 79 anni...si Vittorio, vero che tanti disturbi sono riconducibili ad una età ...MAGARI FOSSE COSI'... Stamattina l'ho vista bene, l'espressione del viso non era sofferente e si muoveva con disinvoltura...Però abbiamo passato 4 giorni in cui questi fenomeni sono piombati all'improvviso e mi hanno fatto prender coscienza del problema...allarmandomi

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:18

grazie, Vittorio... è già una risposta... arcobaleno

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 14:19

cosa risolvo nel saperlo con certezza se poi rifiuto di sottoporla a Kemio? In caso di lesioni al cervello,
inoperabile e che non si voglia trattare con Kemio, cosa resta da fare??
saperlo con certezza secondo me ti porta ad esludere tutto il resto e curare il problema nel caso nn fosse una metastasi;perchè il medico curante dovrebbe negarti quest'esame ?

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da viernes il Mer 26 Nov 2008 - 14:23

ma infatti non può negarglielo.... è diritto del paziente rifiutare la terapia proposta, come è suo diritto quello di esser comunque seguito e monitorato nel proprio stato di salute con tutti gli strumenti diagnostici disponibili.

viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1498
Età : 42
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:26

no, Xena, non credo lo neghi...Dico solo che quando ieri sono andata da lui per sottoporgli gli esami di sangue recenti oltre che l'esito della visita cardiologica che ho fatto fare due giorni fa per la pressione alta, alla mia domanda sulle eventuali cause degli sbandamenti si è limitato a dire che tutto può essere, ma senza fare proposte di accertamenti... Forse, ripeto, visto i nostri trascorsi battibecchi, sta all'angolo a guardare come mi muovo, ritengo però che qualora gli manifestassi il desiderio di una Tac x mia mamma, non me la negherebbe...

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:27

Dona, come sta andando con tua mamma? Sta meglio?

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da MARIANO il Mer 26 Nov 2008 - 14:36

Carissima non avere rimpianti per aver fatto una scelta naturale e sicuramente più efficace del veleno chemioterapico. Anche io con mia madre(adenocarcinoma retto) ho fatto lo stesso, ma ora ti consiglio vivamente di fare una tac e poi consultare immediatamente il dott. Di Bella ( figlio del professore famoso ). Io purtroppo ho il solo rimpianto di non aver iniziato subito il MDB ! Fatti un giro su suoi siti basta digitare cura di bella e vedrai centinaia di testimonianze (tra l'altro per il tipo di tumore di tua madre è l'unica terapia veramente efficace ) Se poi vuoi altri ragguagli ti posso segnalare tante cose tra cui una dott.ssa dolcissima e preparatissima . Coraggio e a tutto ......aggiungi tante preghiere al Medico Celeste!

MARIANO
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Maschile
Numero di messaggi : 77
Età : 54
Località : latina
Data d'iscrizione : 23.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 14:51

grazie, Simo e Mariano... pollice alto

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Dr. House il Mer 26 Nov 2008 - 15:23

Scusate la durezza del mio intervento, ma a me queste lacrime di coccdrillo non piacciono affatto.

Non si può decidere di rinunciare alle terapie proposte da persone competenti e poi, quando si affacciano nuovi problemi, lamentarsi di non avere referenti, e magari pretendere che tutti siano lì pronti a scioglierti i dubbi che ti attanagliano prescrivendoti esami a tua scelta.
Se si sceglie una via la si deve percorrere fino in fondo, costi quello che costi, e indipendentemente da quello che può succedere.
Questa è la vera scelta consapevole, che però quasi nessuno può fare perchè la medicina, contrariamente a quanto si crede, non è patrimonio di tutti.

Ognuno può essere libero di scegliere come curarsi oppure come non-curarsi, ma se non si hanno competenze specifiche si prende solamente partito e basta.

L'unica cosa che puoi fare è esporre i tuoi dubi al medico di base, parlandogli chiaro, chiedendogli quali potrebbero essere le cause di questi disturbi e quali indagini diagnostiche sarebbe opportuno effettuare.

Decidi, o ti affidi a persone competenti che sanno quello che fanno, o ti metti nelle mani dei guaritori, ma non pretendere da loro risposte certe ed esaurienti.

Auguri.
Wink

Dr. House
Forista junior
Forista junior

Maschile
Numero di messaggi : 182
Età : 50
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 01.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Mer 26 Nov 2008 - 15:25

Ciao Grazia, mi dispiace per queste preoccupazioni. Fare una tac, o piuttosto una risonanza magnetica (per il cervello si preferisce quest'ultima), ti puo' togliere un dubbio o confermare quello che temi.
Per le metastasi al cervello non si fa la chemio ma la radioterapia. Mio padre la fece, e tutti quanti ce ne pentimmo amaramente, gli effetti collaterali sono pesantissimi.
Un bacio

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Dr. House il Mer 26 Nov 2008 - 15:31

Per evidenziare le metastasi cerebrali è preferibile effettuare una TAC con mdc.

Certo che se poi non si vuole far sottoporre una persona ad un trattamento tradizionale per le metastasi, sapere che queste ci sono poco o nulla vale.

Però è vero che almeno ci si toglie il dubbio.
Wink

Dr. House
Forista junior
Forista junior

Maschile
Numero di messaggi : 182
Età : 50
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 01.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da viernes il Mer 26 Nov 2008 - 15:34

Dr. House ha scritto:Scusate la durezza del mio intervento, ma a me queste lacrime di coccdrillo non piacciono affatto.

Non si può decidere di rinunciare alle terapie proposte da persone competenti e poi, quando si affacciano nuovi problemi, lamentarsi di non avere referenti, e magari pretendere che tutti siano lì pronti a scioglierti i dubbi che ti attanagliano prescrivendoti esami a tua scelta.
Se si sceglie una via la si deve percorrere fino in fondo, costi quello che costi, e indipendentemente da quello che può succedere.
Questa è la vera scelta consapevole, che però quasi nessuno può fare perchè la medicina, contrariamente a quanto si crede, non è patrimonio di tutti.

Ognuno può essere libero di scegliere come curarsi oppure come non-curarsi, ma se non si hanno competenze specifiche si prende solamente partito e basta.

L'unica cosa che puoi fare è esporre i tuoi dubi al medico di base, parlandogli chiaro, chiedendogli quali potrebbero essere le cause di questi disturbi e quali indagini diagnostiche sarebbe opportuno effettuare.

Decidi, o ti affidi a persone competenti che sanno quello che fanno, o ti metti nelle mani dei guaritori, ma non pretendere da loro risposte certe ed esaurienti.

Auguri.
Wink

è diritto del paziente (che è anche un cittadino) rifiutare la terapia proposta, come è suo diritto quello di esser comunque seguito e monitorato nel proprio stato di salute con tutti gli strumenti diagnostici disponibili

viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1498
Età : 42
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 15:37

grazie anche a Klodia e Dott.House...Mio figlio è del parere di lasciare in pace la nonna...continuare con le terapie fin qui fatte e cercare di distrarla anzichè appesantire le sue preoccupazioni sulla salute ..Forse, come dici tu House, saper che ci siano metastasi se non ci si sottopone poi al trattamento tradizionale, poco vale. E, per quanto riguarda la soddisfazione di saperlo...forse il saperlo con certezza può diventare un motivo in più di disperazione...

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 15:54

No, House, non sono qui a piangere lacrime di coccodrillo... e non ho neppure affermato che ci sia chi si rifiuta di prescrivermi esami, visto che non ho ancora fatto alcuna richiesta e quindi non ho elementi per poterlo dire... Talvolta, qui in questo forum, si può dare l'impressione di sottovalutare la M.U. e chi la rappresenta, solo per il fatto di rinunciare ad una terapia tradizionale per abbracciare quella alternativa. Io non sono qui a negare che esistano medici e farmaci che risolvono ogni giorno i problemi di molti, quando addirittura salvare la vita... Mia mamma stessa è viva grazie alla M.U. che 20 anni fa la salvò da morte certa visto che le fecero la rianimazione per un arresto cardiaco successivo ad un infarto... Per fortuna era appena stata accettata al pronto soccorso per l'infarto in corso e mentre la visitavano ha avuto arresto cardiaco...Della serie presa per i capelli!!! Poi dovette fare 4 by pass coronarici, se è viva , lo è grazie a ciò... Però se è vero che la chirurgia ha fatto passi enormi, x la medicina non si può affermare altrettanto... E quando si vedono i risultati oggettivamente non sempre soddisfacenti di certe terapie invasive, come non farsi assalire dai dubbi? Come non cercare almeno, se non di salvarli, questi malati, almeno di farli soffrire meno? E con ciò, nessuna intenzione di criminalizzare la medicina , House, credimi... Semmai, le case farmaceutiche??? Rolling Eyes

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da geomarc il Mer 26 Nov 2008 - 16:03

Ti consiglio veramente una tac con mezzo di c., toglierebbe un grosso dubbio e permetterebbe di proseguire con la ricerca della causa di questi disturbi............

geomarc
Forista medio
Forista medio

Maschile
Numero di messaggi : 273
Età : 47
Località : Alessandria
Data d'iscrizione : 10.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Nov 2008 - 16:57

Grazia, ero io che ti dicevo della anzianità della mamma e non Vittorio .

Senti, è davvero difficile consigliarti . Purtroppo la convinzione e la fiducia di House verso la M.u. è conosciuta e ... forse dettata dal fatto che lui è del settore e che in qualche modo lavora nel campo e si sente parte in causa . Anche da un senso di fiducia abbastanza forte .

Credo che se una persona studia anni abbia maggiori difficoltà a rinunciare ai dettami degli studi fatti ... come dire è più conveniente prenderli per buoni perchè altrimenti uno sarebbe assalito da moltissimi dubbi e vedrebbe vanificati i sacrifici fatti da ore ed ore dedicate allo studio .

Non è però certamente trascurabile il fatto , che nonostante quello che vogliono farci credere , è sotto gli occhi di tutti , che come anche tu hai fatto notare , la medicina in questo campo è da molto tempo ferma : Si moriva di cancro e si muore ancora, molto spesso purtroppo , nonostante le cure che essa (la medicina) promuove .

E' obbiettivamente incontestabile il fatto che cmq non si potrebbe , a livello economico , soprattutto dire : ok ci siamo sbagliati ed è da cento anni che ci sbagliamo ...resettiamo tutto e ricominciamo in altre direzioni ..... e poi a parte il discorso (assolutamente importante) economico , ma che figura farebbero lor signori ??

Noi certo , abbiamo qualche esempio di guarigione e di sopravvivenza , ma non si deve (secondo il mio parere) credere alle favole ... la gente continua a morire ... basta pensare nella nostra vita a tutte le persone che abbiamo conosciuto e che ... ahimè ... non ce l'hanno fatta .... sono tante ? Si nella mia esperienza si !!! Proprio tante tante .

E' difficile , è tanto difficile , anche perchè in effetti qualcuno ce l'ha certamente fatto .... ma è fortuna ? è il caso ? è remissione spontanea ? o è davvero la cura intrapresa , ufficiale o alternativa ??? Mah ...chi può dirlo .

Io credo che i problemi che hai notato in questi giorni in tua mamma siano anche dovuti all'età , credo anche che tutti e soprattutto MARIANO ti abbiano dato un buon consiglio .

Mettiamoci anche cmq la preghiera e la speranza .

In bocca al lupo , stella, ti sono vicino

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da geomarc il Mer 26 Nov 2008 - 17:13

A mio personale avviso : non perdere tempo, ........una tac non è una
condanna...è solo un esame, sono d'accordo che prendere delle
radiazioni non sia il massimo della vita ma almeno fai un passo
avanti......senti il tuo medico, e soppratutto cerca degli esami
ematici recenti per vedere se puo 'farla con il mezzo di
contrasto....un abbraccio..........

geomarc
Forista medio
Forista medio

Maschile
Numero di messaggi : 273
Età : 47
Località : Alessandria
Data d'iscrizione : 10.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da GRINGO il Mer 26 Nov 2008 - 17:14

Dr. House ha scritto:Scusate la durezza del mio intervento, ma a me queste lacrime di coccdrillo non piacciono affatto.
Non ti devi scusare house, non sembra duro il tuo intervento, piuttosto non sembra in linea con la richiesta di Grazia.

Non si può decidere di rinunciare alle terapie proposte da persone competenti e poi, quando si affacciano nuovi problemi, lamentarsi di non avere referenti, e magari pretendere che tutti siano lì pronti a scioglierti i dubbi che ti attanagliano prescrivendoti esami a tua scelta.
si può decidere eccome di rinunciare alle terapie invasive e chiedere oppure sfogarsi in forums tipo questo non è reato assolutamente anzi in virtù del fatto che gli stessi sono frequentati anche da persone competenti ( che a te piace molto ) come te, magari un banale dubbio può essere sgombrato definitivamente Wink

Se si sceglie una via la si deve percorrere fino in fondo, costi quello che costi, e indipendentemente da quello che può succedere.
Questa è la vera scelta consapevole, che però quasi nessuno può fare perchè la medicina, contrariamente a quanto si crede, non è patrimonio di tutti.
infatti grazia ha deciso di evitare alla mamma terapie invasive e quindi praticando anche cure palliative chiede se vi fossero ulteriori iniziative da percorrere, che male c'è?

Ognuno può essere libero di scegliere come curarsi oppure come non-curarsi, ma se non si hanno competenze specifiche si prende solamente partito e basta.
questo tipo di decisione esula dall'essere preparati o meno in campo medico, se si sceglie di evitare cure invasive e tossiche ciò non significa che non si possa essere aiutati con altri mezzi e che la professionalità di tali medici non si debba mettere a disposizione del malato se non si utilizzano prodotti chimici, non credi?

L'unica cosa che puoi fare è esporre i tuoi dubi al medico di base, parlandogli chiaro, chiedendogli quali potrebbero essere le cause di questi disturbi e quali indagini diagnostiche sarebbe opportuno effettuare.

Decidi, o ti affidi a persone competenti che sanno quello che fanno, o ti metti nelle mani dei guaritori, ma non pretendere da loro risposte certe ed esaurienti.
House, Grazia ha deciso di non far praticare tali terapie invasive alla mamma e già da tempo, non sta pretendendo delle risposte esaurienti da guaritori o come altro li definisci tu, si sta solo sfogando e sta confidando quelli che sono i suoi timori nella speranza che qualcuno possa indicargli qualcosa su cui poter riflettere oltre quello che di suo sta già facendo...è imbarazzante scoprire ogni volta che i tuoi interventi siano pieni di rancore e rabbia verso i tuoi demoni guaritori, quando qualcuno in maniera del tutto autonoma ha deciso di non essere trattato con agenti chemioterapici nel caso di specie, noi non siamo guaritori o fuffaroli, siamo qui per aiutarci come si può rispettando anche scelte come quelle di Grazia.... ma possibile che per essere in sintonia con te si debba accettare quello che una categoria di professionisti dice o proferisce? e poi tutti i giorni si sente al TG di truffe al sistema S.N. proprio da questi che si sbandierano a dx e manca scienziati, eletti del so tutto io.... testa al muro , non che voglia per forza diventare tuo amico ( non si verificarà mai, e so pure che il pensiero è reciproco Very Happy ) ma sforzati di accettare la realtà delle cose: ognuno è padrone dei suoi successi e non...

Auguri.
Wink
questi hanno veramente senso se fatti con sincerità. Wink


Ultima modifica di GRINGO il Mer 26 Nov 2008 - 19:05, modificato 1 volta

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 43
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da viernes il Mer 26 Nov 2008 - 17:27

Ricky ha scritto:
.... ma è fortuna ? è il caso ? è remissione spontanea ? o è davvero la cura intrapresa , ufficiale o alternativa ??? Mah ...chi può dirlo .

gli stessi interrogativi se li dovrebbe porre anche chi si rivolge con fede cieca alla M.U. e guarisce... vedi sotto
http://www.sanihelp.it/news/scheda/8268.html

viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1498
Età : 42
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 18:40

Condivido la scelta fatta da Grazia per la sua anziana Mamma ,a cosa sarebbe servita una chemio-devastante sotto il profilo psicofisico sapendo che questa non avrebbe portato la guarigione ,visto il tipo di neoplasia,avrebbe invece sortito una forte debilitazione dell'organismo e probabilmente accorciato la vita rendendola più penosa.

Chi puo dire che Grazia ha sbagliato? credo nessuno

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 19:01

Decidi, o ti affidi a persone competenti che sanno quello che fanno, o ti metti nelle mani dei guaritori, ma non pretendere da loro risposte certe ed esaurienti.


House non mi è chiaro se ti riferisci a questo forum?

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Nov 2008 - 19:10

no xena ...certamente non a noi ... lui si riferisce a tutti coloro che propongono alternativo... per lui sono tutti fuffaroli ... perchè non risolvono nulla .... invece gli ufficiali risolvono .... ooohhh .... come no ...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da viernes il Mer 26 Nov 2008 - 19:17

sono d'accordo con Ricky nell'interpretazione fatta

viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1498
Età : 42
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Mer 26 Nov 2008 - 19:41

Mi dispiace che ci sia tutto questo risentimento nei confronti di House. Ha volte puo' sembrare brusco, forse perché non ha peli sulla lingua, dice quello che pensa. Io non lo vedo cosi' partigiano, come dite voi, della MU. Certo é una materia che conosce benissimo e proprio per questo ne conosce anche i limiti, o si, se li conosce!
Quando ero disperata per mio padre, mi ha fatto prendere coscienza di molte cose, soprattutto delle possibilità alternative, o complementari come a qualcuno piace dire. Si avete capito bene, mi ha parlato di erbe, di alimenti e accorgimenti vari molto prima che apparissero qui. Ci siamo conosciuti sull'altro forum, quello dove parlano tanto del bcs, e mi disse che se proprio volevo rivolgermi all'alternativo potevo farlo contattando gente seria con anni di esperienza alle spalle. "Questa gente" é citata nel forum tra le terapie alternative. House ha una solida formazione scientifica, e da "scientifico" affronta i problemi con metodo, ha ragione quando dice che l'improvvisazione é pericolosa, perché non si sa quali meccanismi si vanno ad innescare. La MU non é tutta da buttare, gli stessi medici indiani e cinesi ne riconoscono la supremazia per la cura degli episodi acuti, i traumi e le infezioni. E vero, lascia a desiderare sui fenomeni cronici e degenerativi. Secondo me bisogna tirare il meglio da quello che puo' offrire la Mu e l'altra, cosi' come non si deve sputare né su una né sull'altra. E poi quanti di voi che avete in odio ospedali e camici bianchi corrono dal medico quando stanno davvero male?

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da GRINGO il Mer 26 Nov 2008 - 19:48

scusa Klodia, ora devo uscire ma più tardi cercherò di precisare alcune cose, ritengo il tuo intervento abbondantemente fuori tema, non c'è risentimento verso house e noi non abbiamo peli sulla lingua, semmai è il contrario e lui che ha e mostra sempre risentimenti, nessuno di noi ha detto che la MU è tutta da buttare, rileggi gli interventi di tutti.... cmq appena posso mi spiego meglio, almeno per chiarire.. la competenza di house nessuno la discute, su tutto il resto si potrebbero scrivere trattati cara Klodia...

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 43
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 19:50

Ragazzi, io nel mio piccolo, posso solo confermare ciò che ho espresso già altre volte, e cioè che in questa vita occorre avere soprattutto fortuna. Vale per ogni settore, ma in quello che riguarda la salute in particolar modo. Anche io ho una amica, operata di carcinoma mammario 12 anni fa che ha fatto intervento , con asportazione totale della mammella+ linfonodi ascellari ....Fatto pure cicli di chemio e sono 12 anni che STA BENISSIMO, GUARITA !! Ce ne sono tante di persone che sono guarite dal K e che possono confermare di essersi sottoposte a chemio...Ma per ognuna di queste persone, guarite con la chemio, oppure in modo provocatorio VORREI DIRE " NONOSTANTE LA CHEMIO" , ce ne sono forse molte di più che non ce l'hanno fatta...Credo che per onestà intellettuale, questa verità vada comunque riconosciuta...
Circa la libertà di scelta sulle terapie, bisognerebbe fare un distinguo, perchè vero è che non possiamo tutti essere medici e preparati , però se si è a conoscenza delle probabilità reali di successo o di insuccesso di una terapia , il buon senso darà l'indicazione e la scelta da fare. Non voglio ingenerare polemiche, qui nessuno e contro qualcuno...sono confronti, testimonianze, pareri , ma sempre e comunque un modo per portare avanti
un peso, condividendo l'esperienza di dolore...questo a mio avviso è soprattutto ciò che ci si aspetta da questo forum... Nessuno qui ha la pretesa di influenzare la scelta terapeutica...e credo proprio che nessuno abbia voglia di farlo... saluta

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 19:54

Ragazzi, io nel mio piccolo, posso solo confermare ciò che ho espresso già altre volte, e cioè che in questa vita occorre avere soprattutto fortuna. Vale per ogni settore, ma in quello che riguarda la salute in particolar modo. Anche io ho una amica, operata di carcinoma mammario 12 anni fa che ha fatto intervento , con asportazione totale della mammella+ linfonodi ascellari ....Ha fatto pure alcuni cicli di chemio e sono 12 anni che STA BENISSIMO, GUARITA !! Ce ne sono tante di persone che sono guarite dal K e che possono confermare di essersi sottoposte a chemio...Tuttavia per ognuna di queste persone, guarite con la chemio, oppure in modo provocatorio VORREI DIRE " NONOSTANTE LA CHEMIO" , ce ne sono forse molte di più che non ce l'hanno fatta...Credo che per onestà intellettuale, questa verità vada comunque riconosciuta...
Circa la libertà di scelta sulle terapie, bisognerebbe fare un distinguo, perchè vero è che non possiamo tutti essere medici e preparati , però se si fosse a conoscenza delle probabilità reali di successo o di insuccesso di una terapia , il buon senso darebbe l'indicazione, la scelta da fare. Non voglio ingenerare polemiche, qui nessuno e contro qualcuno...sono confronti, testimonianze, pareri , ma sempre e comunque un modo per portare avanti un peso, condividendo l'esperienza di dolore. Questo ,a mio avviso , è soprattutto ciò che ci si aspetta da questo forum... Nessuno ha la pretesa di influenzare la scelta terapeutica...nessuno ha voglia di farlo, la molla che ci spinge a connetterci qui tutti i giorni è quella della condivisione, un mutuo soccorso dello spirito , almeno per me, questo è il forum, questo siete voi... saluta

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Mer 26 Nov 2008 - 20:02

Ciao Gringo, ti do ragione quando dici che questo non é il luogo appropriato, questo é il tread di Grazia. Ma non ho iniziato io questa diatriba. Adesso devo uscire anche io, guarda, devo andare giusto dal medico! se vuoi ci risentiamo dopo, magari su un altro 3d.
A dopo
Grazia scusa per l'invadenza

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 20:02

condividendo l'esperienza di dolore...questo a mio avviso è soprattutto ciò che ci si aspetta da questo forum... Nessuno qui ha la pretesa di influenzare la scelta terapeutica...e credo proprio che nessuno abbia voglia di farlo

e aggiungo :sapienza tale da dire ciò ch'è giusto o sbagliato.

si questa è la linea che percorre questo forum ,spero sia chiara a tutti.

detto questo ,intendevo solo chiarire con House la frase da lui scritta perchè interpretabile e non essendo io sicura fosse rivolta a noi gestori del forum ,ho chiesto delucidazioni dirette prima di qualsiasi polemica . Wink

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da VITA il Mer 26 Nov 2008 - 20:13

Ciao Grazia, nel mio piccolo posso solo dirti, fa quello che ti suggerisce il cuore.....fare la tac forse ti toglierebbe il dubbio, ma solo questo, perchè tu ormai la tua scelta l'hai fatta mesi fa, quando hai deciso di non far fare alla tua mamma la chemio, sapere oggi se son metastasi sicuramente non ti porterebbe al cambiare opinione..........cioè non penseresti di farle fare la chemio ma appunto come detto prima ti servirebbe solamente x toglierti il dubbio...........
con affetto

VITA
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 3481
Età : 56
Località : TREVISO
Data d'iscrizione : 31.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Ospite il Mer 26 Nov 2008 - 20:24

Mi sento in dovere di precisare dopo l'intervento do klodia , anche se purtroppo non ho molto tempo a disposizione .

Klodia, io stimo house, quanto te , certo ci siamo spesso scontrati ma poi tra noi è nato un rapporto di stima e rispetto reciproco e questo lo potrà anche lui confermare .

La medicina non è assolutamente tutta da buttare , mi dispiace dirtelo ma , forse per la fretta non hai colto il senso degli interventi .

Io stesso quando ho le coliche renali (anche se adesso che prendo la C non le ho più) non faccio le orticazioni con la ricotta ma corro ...eccome corro in ospedale dove quanto meno mi fanno passare il dolore fortissimo ... poi la cosa si risolve naturalmente con il tempo ....

Se mia figlia sta male la porto dal medico ....

Non son mica matto .... questo è un discorso altro discorso sono le attuali cure ufficiali proposte e continuamente proposte , per le malattie cronico-degenerative ..... sono indietro ...assolutamente indietro, ma come si fa ad immaginare il contrario ??? : ho 40 anni quasi e da quando ne ho 5 ogni tanto (ogni 6 mesi circa) sento dire che .... "ecco .... ci siamo quasi ..." In questo trentennio però ne ho persi di conoscenti e familiari .... però ancora oggi ...si ne chiedono di soldi , se ne sprecano di risorse .

Se fosse una qualsiasi cosa gestibile personalmente di insisteresti per così tanto tempo o ti verrebbe da pensare che forse si è intrapresa una direzione non del tutto corretta ???

Se lor signori , dopo mezzo secolo di promesse oggi non hanno ancora trovato una cura unica e certa , bè forse è il caso che voltino la testa in altre direzioni , non si capisce per quale motivo tanta ostinazione . Quanto tempo ancora dobbiamo aspettare ??? Forse qualche altro secolo ?


Ultima modifica di Ricky il Mer 26 Nov 2008 - 20:29, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 20:27

Ragazzi, calma e sangue freddo... Dai, da bravi!! E' giusto esprimere il proprio parere anche qui, Claudia, anche perchè stiamo parlando di argomenti che hanno comunque attinenza con l'appello da me lanciato... Voi siete i miei amici, quelli che da mesi " frequento " maggiormente ! Viste le mie ore di permanenza sul forum è l'esperienza di amicizia cui ho dedicato più tempo, e che più mi ha dato in termini di ascolto, da quando sono al mondo...Tante ore di ascolto le ho avuto solo a pagamento dalla psicologa smile bacio

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Mer 26 Nov 2008 - 20:39

Mi dispiace che ci sia tutto questo risentimento nei confronti di House. Ha volte puo' sembrare brusco, forse perché non ha peli sulla lingua, dice quello che pensa. Io non lo vedo cosi' partigiano, come dite voi, della MU. Certo é una materia che conosce benissimo e proprio per questo ne conosce anche i limiti, o si, se li conosce!
nessun risentimento per house ti sbagli Klodia e qui non si odiano i camici bianchi ,non siamo telebani e quando c'è necessità tutti si corre all'ospedale; se la medicina ufficiale è ferma nella lotta contro il cancro è un dato di fatto,che le vitamine non sono brevettabili come tutti i micronutrienti pure e quindi non usate per la ricerca come si dovrebbe perchè non producono alto reddito a chi finanzia ricerca,poi le conclusioni ognuno tira le sue nell'evidenza dei fatti..

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da MAURO LORE il Mer 26 Nov 2008 - 21:43

grazia ha scritto:grazie anche a Klodia e Dott.House...Mio figlio è del parere di lasciare in pace la nonna...continuare con le terapie fin qui fatte e cercare di distrarla anzichè appesantire le sue preoccupazioni sulla salute ..Forse, come dici tu House, saper che ci siano metastasi se non ci si sottopone poi al trattamento tradizionale, poco vale. E, per quanto riguarda la soddisfazione di saperlo...forse il saperlo con certezza può diventare un motivo in più di disperazione...

-------------------------------------------------

... NON siamo eterni....

... personalmente la lascerei tranquilla.... piuttosto che fargli percorrere il CALVARIO deli "trattamenti Ufficiali"... che alla SUA età... NON hanno "per maggior motivo"... utilità alcuna... salvo il fagli completare la SUA vita... in "lungo daramma"...

... e NON è detto... che la "macchia"... non regredisca... Wink

MAURO LORE
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 940
Località : Roma
Data d'iscrizione : 30.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da grazia il Mer 26 Nov 2008 - 22:15

un caloroso grazie anche al mio amico Mauro Lore... bacetto

grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Dr. House il Mer 26 Nov 2008 - 22:17

XENA ha scritto:
Decidi, o ti affidi a persone competenti che sanno quello che fanno, o ti metti nelle mani dei guaritori, ma non pretendere da loro risposte certe ed esaurienti.


House non mi è chiaro se ti riferisci a questo forum?
Ma assolutamente no, che diamine !!! pollice alto


Per il resto vorrei ancora puntualizzare una cosa, dato che mi sembra poco chiara a molte persone.

La cosiddetta MU non ha fatto molti passi nella cura dei tumori, è vero, sarebbe sciocco ed inutile negarlo.
Tuttavia questo non significa nè che non stia facendo nulla per arrivarci, nè attribuisce autorevolezza ad altre "terapie" tutte sulla carta e tutte da dimostrare nella loro validità.

Le ricerche sono lunghe, spesso si crede di aver intuito un possibile meccanismo, di aver intravisto una possibile direzione da seguire, si svolgono studi mirati per poi accorgersi che siamo punto e a capo.
Non è bello nemmeno per i ricercatori arrivare ad un punto fermo magari dopo anni di impegno e rotture di balle (oltre alle ingenti spese).

L'errore è quello di pensare che la MU (scusate ma mi fa ridere questo termine, la Medicina è UNA SOLA, quella che funziona, per ora, meglio di un'altra) abbia sconfitto la morte, per cui quando vediamo che i sanitari depongono le armi si rimane spaesati e con un senso incredibile di vuoto ed impotenza, oltre che di incredulità e di rabbia.

Ecco che allora scatta il meccanismo, insito nel DNA dell'uomo, di attaccarsi a tutto quello che sembra possa darci una speranza in più, l'ultimo appiglio prima del baratro.
Ed ecco perchè proliferano e prosperano i ciarlatani e i truffatori.

La MU non è affatto da buttare, e le prove sono sotto gli occhi di tutti gli uomini di buona volontà, salvo quelli che negherebbero anche di conoscere la donna alla quale sono avvinghiati quando scoperti in flagrante adulterio dalla propria moglie.
Piuttosto si deve accettare che tuttora ci siano dei limiti alle possibilità terapeutiche riguardo molte malattie delle quali generalmente non si è compresa a fondo l'etiopatogenesi.

Per quanto riguarda i tumori, come tutti ben sanno, ci sono evidenze di risultati e di insuccessi per entrambi i quali ancora non siamo riusciti a spiegare perfettamente le motivazioni.

I medici, che devono applicare un metodo razionale per la cura delle patologie conosciute, non possono esimersi dall'utilizzare quanto è da loro conosciuto e si è dimostrato efficace (ATTENZIONE !!!! NON SIGNIFICA GUARIGIONE n.b.!) secondo criteri sconosciuti a chi non è del campo.
E spesso le aspettative del paziente non sono soddisfatte, purtroppo.

Se una persona ritiene di non volersi curare con i metodi "tradizionali" (che in realtà si chiamano "scientificamente accettati"), deve essere liberissimo di farlo, al massimo il peggio è per lui.

L'errore è credere che la soluzione stia da altre parti, quando non è per niente così.
I vari nomi che girano su internet o grazie al passaparola sono solo gli ultimi baluardi prima della resa finale.

Rifiutare un trattamento sanitario è sacrosanto, effettuare una "terapia" a base di integratori o di qualsivoglia sostanza atta a sostenere l'organismo nella sua battaglia è più che ragionevole.
Ma a fare questo deve essere gente preparata, che sia in grado di seguire e monitorare costantemente lo stato di salute della persona per ontervenire con i provvedimenti più opportuni quando la situazione lo richieda.
E chi può fare questo, sono solo i medici.
Ne esistono tanti che praticano le cosiddette "cure dolci", ecco, rivolgetevi a loro, non a chi vi paventa risultati tanto eclatanti quanto in realtà bugiardi, magari con giri tortuosi di parole che dicono tutto e nulla o che vi promettono miracoli con tre vitamine e mezzo dopo cena.

La serietà e l'onestà intellettuale sono le prime doti che si devono cercare in un sanitario.
E ce ne sono tanti che le possiedono, più di quanto si creda.

Per il resto, cioè sulle solite discussioni riguardo alle lobbies farmaceutiche che guadagnano miliardi con i chemioterapici: sì, è vero, e allora?
Dimostratemi che esistono terapie ugualmente efficaci a base di vitamine, erbe e foglie, e se ne potrà parlare.
Per ora, i potenti della Terra, Presidenti, Direttori galattici, Megaamministratori, medici e farmacisti, inclusi i loro parenti e i loro cari, muoiono di tumore esattamente come tutti gli altri.
Almeno loro, se fosse vero il fatto che sanno che esistono terapie alternative efficace ma tenute nascoste, potrebbero usarle per sè... oppure penste che si lascino morire pur di non rivelare il segreto???
Wink

Dr. House
Forista junior
Forista junior

Maschile
Numero di messaggi : 182
Età : 50
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 01.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Mer 26 Nov 2008 - 22:32

Su cosa ne penso dei trattamenti ufficiali del cancro, mi pare che non ci siano dubbi, vista la maniera atroce in cui é morto mio padre. Se sono intervenuta é perché a volte mi pare che si spari su tutta la medicina ufficiale e non solo su questa branca, e non é la fretta che mi ha fatto percepire questa cosa, sono sul forum da quando é stato aperto. Penso bisogna essere onesti e riconoscerne anche i pregi. Secondo me House ha questo atteggiamento anche per scoraggiare un certo fai-da-te che puo' diventare pericoloso, ma che nel forum non viene mai osteggiato. House vi sembra troppo parziale? Ragazzi, anche voi a volte ci andate giu' duro...

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da mara il Gio 27 Nov 2008 - 0:22

Klodia il forum ha cambiato un po faccia da com'era impostato all'inizio.E' diventato molto piu razionale.
Io sono salva grazie alla MU......e per quello che mi riguarda la sostengo.

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 44
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da GRINGO il Gio 27 Nov 2008 - 0:49

Dr. House ha scritto:
Per il resto, cioè sulle solite discussioni riguardo alle lobbies farmaceutiche che guadagnano miliardi con i chemioterapici: sì, è vero, e allora?
Dimostratemi che esistono terapie ugualmente efficaci a base di vitamine, erbe e foglie, e se ne potrà parlare.

ho da poco postato un argomento che ti eri ripromesso di verificare nel merito, ma non ti sei più esposto. Credo sia utile che con la tua preparazione approfondissi la cosa anche per noi. ( dr. Rath )

Per ora, i potenti della Terra, Presidenti, Direttori galattici, Megaamministratori, medici e farmacisti, inclusi i loro parenti e i loro cari, muoiono di tumore esattamente come tutti gli altri.
Almeno loro, se fosse vero il fatto che sanno che esistono terapie alternative efficace ma tenute nascoste, potrebbero usarle per sè... oppure penste che si lascino morire pur di non rivelare il segreto???
Wink
i .....loro...come li chiami tu, sono come te, non approfondiscono nulla e rifiutano anche di "ricercare" al di fuori di quei 4 libri che hanno studiato all'uniersità e poi per le specializzazioni.... house, tu potresti essere molto più utile, mentre quello che faccio io è il 100%, tu continui da una vita a dare il 50% pur potendo altro 50%..... apri la tua mente e mettila realmente a disposizione del prossimo con le tue capacità....

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 43
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da GRINGO il Gio 27 Nov 2008 - 0:59

claudia non era mai successo che leggessi nei tuoi interventi travisamenti, c'è sempre una prima volta. Io non leggo da nessuna parte quello che tu denunci e le risposte di ricky e xena sono esaurienti rispetto alla diatriba innescata. Anche io come loro non ho mai bocciato la MU, non ne vedo il motivo, qui si parla di ben altre cose e specifiche e dalla tua esperienza dovresti semmai confermarti quanto sin qui ci stiamo dicendo da tempo.....

le erbe non curano, le vitamine non curano ma non mi venire a dire che la chemio cura in assoluto....od altri trattamenti invasivi... le prospettive che danno al malato equivalgono a 0, quindi se permetti si può e si deve scegliere anche strade alternative ed anche contestando i camici bianchi.....che tu possa avere un bel rapporto con hause nessuno lo contesta, ma che altri in modo onesto dissentono dal suo modo di porsi a paladino di una MU che in campo oncologico fa veramente schifo per quanto riguarda i risultati raggiunti, credo sia più che lecito e doveroso....

vi è di più:

avendo lui un suo forum, dove non manca occasione di punziacchiare tizio o caio, che rimanesse li se non vuole il contradditorio.... ma qual'è il problema?

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 43
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da XENA il Gio 27 Nov 2008 - 1:57

klodia ha scritto:Su cosa ne penso dei trattamenti ufficiali del cancro, mi pare che non ci siano dubbi, vista la maniera atroce in cui é morto mio padre. Se sono intervenuta é perché a volte mi pare che si spari su tutta la medicina ufficiale e non solo su questa branca, e non é la fretta che mi ha fatto percepire questa cosa, sono sul forum da quando é stato aperto. Penso bisogna essere onesti e riconoscerne anche i pregi. Secondo me House ha questo atteggiamento anche per scoraggiare un certo fai-da-te che puo' diventare pericoloso, ma che nel forum non viene mai osteggiato. House vi sembra troppo parziale? Ragazzi, anche voi a volte ci andate giu' duro...

a no Klodia non è cosi mi spiace ma ti contraddico apertamente ,qui nessuno spara su niente ,si parla e ragiona senza preconcetti e chi ce l'ha se li tiene e se li esplicita lo fa a suo nome basta ,i pregi della medicina sono indiscutibili a priori ,la chemio a volte è stata fatta oggetto di ragionamenti e anche tu se ben ricordo ne hai dette di tutti i colori,perchè dati alla mano NON FUNZIONA su tutto, ma in minima parte ,altrimenti la figlia dei miei amici Arianna non avrebbe metastasi al cervello e rachide triplicate in un mese avendo fatto chemio radio e chemio,ALE SAREBBE QUI dopo averne fatti 25 cicli come pure la moglie di Sauro o il papa di AIUTAki e il marito di bleck ,tutti trattati con chemio,quindi si puo dire tutto e il contrario di tutto e senza nessuna certezza,ma realizzare che non funziona è un fatto concreto.
perchè dovremmo osteggiare la liberta delle persone nel decidere della loro vita e
sulla possibilta di percorrere altre strade quando tutte le altre sono state già percorse senza risultati?chi può arrogarsi questo diritto di: osteggiare ?pericoloso cercare di salvare la pellaccia e cosa hanno da perdere ??
io no ,non osteggio lo faccia chi crede di essere nel giusto!!

House è intelligente sa che noi lo trattiamo alla pari Wink e senza peli sulla ligua come fa lui Very Happy


Ultima modifica di XENA il Gio 27 Nov 2008 - 2:08, modificato 1 volta

___________________________________________________

XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Gio 27 Nov 2008 - 2:06

Caro gringo mi ha travisato anche tu, c'é una prima volta anche per te.
Scusa ma ho la pretenzione di saper capire quello che leggo, vai a rileggertele certe tirate sul forum da un anno a questa parte. E poi mi pare che si stia facendo una papparedella senza fine da un normale scambio di opinioni. Non posso esprimermi se la penso diversamente da te o dagli altri ?
Che la chemio non curi, l'ho detto solo per i casi come quello di mio padre :microcitoma polmonare IV stadio. Sugli altri tipi di cancro non mi sono pronunciata, perché io non ho paura di dire che di tutto il resto non né so niente.
Non ho mai criticato le scelte di nessuno, sai bene quanto mi sia dannata per far seguire a mio padre delle terapie alternative, quello che dici non solo é incongruente ma mi ferisce moltissimo, soprattutto da parte tua
Dissento anch'io da come spesso si parla della MU, posso? o il dissentire é soltanto una manovra a senso unico? mi dispiace ma in democrazia ognuno puo' dire quello che vuole
Se non vuoi contraddittori apriti un forum pure tu.
A questo punto mi chiedo se tu mi abbia mai capita

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da klodia il Gio 27 Nov 2008 - 2:19

Xena ma chi ha mai parlato di osteggiare nessuno? Ma dove l'hai letto?
Caspita ma avete dimenticato tutto quello che cercavo di fare per mio padre? Mi viene un dubbio, li avete mai letti i miei messaggi?
Io sto soffrendo come un cane perché non riesco a dimenticare le sofferenze di mio padre, di notte ho gli incubi. Vi siete mai svegliati di soprassalto perché vostro padre grida di dolore e vi implora di fargli la morfina e di lasciarlo morire? Avete mai fissato un vostro caro negli occhi mentre sta esalando l'ultimo respiro e voi vi domandate cosa sarebbe successo se avesse accettato le terapie alternative? Spero di no e che non vi capiti mai
E tu Xena vieni a dirmi che io osteggio la scelta degli altri...

klodia
forista esperto
forista esperto

Femminile
Numero di messaggi : 631
Età : 46
Località : ovunque
Data d'iscrizione : 14.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: che cosa posso fare ora?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 20:38


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum