RASVERATROLO

Andare in basso

RASVERATROLO Empty RASVERATROLO

Messaggio Da XENA il Mar 24 Feb 2009 - 20:29

Il resveratrol è un composto protettore prodotto dall’uva rossa (e qualche altra pianta) per difendersi contro i parassiti. Molti studi hanno mostrato che il resveratrol è un antiossidante potente che protegge la salute umana con meccanismi multipli. E’ al resveratrol che la ricerca attribuisce una buona parte di effetti protettori del famoso "paradosso francese".
Sfortunatamente non c’è quasi più resveratrol nel vino rosso per l’utilizzazione generalizzata di pesticidi, quando prima ne avevamo da 8 a 10 mg per litro. Abbiamo potuto localizzare, intanto, una sorgente di resveratrol di qualità farmaceutica, estratto direttamente da uva rossa di cultura biologica che ritiene l’equilibrio naturale di tutti i suoi composti attivi: polifenoli, flavonoidi, antociani e oligoproantociani (OPC). L’estratto è in seguito arricchito di resveratrol estratto dalla pianta Polygonum cuspidatum e standardizzato per apportare il 10% di resveratrol. E’ l’estratto più naturale e più potente che si possa trovare sul mercato. Il resveratrol è senza dubbio il fitonutrimento più efficace e più studiato che si possa prendere per conservare e proteggere la propria salute. E’ una soluzione consona a molti dei problemi che riscontrano gli esseri umani invecchiando:

  • L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica che il resveratrol riduce da solo il 40% del rischio cardio-vascolare. Il resveratrol è più efficace della vitamina E, e agisce più a lungo contro le forme da radicali liberi, per impedire l’ossidazione delle lipoproteine a bassa densità (LDL). Inibisce l’aggregazione delle piastrine sanguigne bloccando l’azione della trombina e di altri fattori aggreganti. Favorisce la produzione di ossido nitrico che rilassa e dilata le arterie. Riduce il tasso di trigliceridi e di colesterolo nel sangue come il fattore intrinseco dell’ipertensione endotelina-1.
  • Il resveratrol è il solo prodotto naturale la cui utilizzazione sia a questo punto valida per bloccare lo sviluppo delle cellule cancerose nei differenti stadi: Uno studio pubblicato nella importante rivista "Science" ha mostrato che il resveratrol blocca la proliferazione delle cellule cancerose durante tre stadi importanti del loro sviluppo. La somministrazione di resveratrol a dei topini per 18 settimane ha permesso di ridurre il numero dei tumori cutanei 98%. Il resveratrol uccide le cellule cancerose che siano o non estrogeno dipendenti e che siano portatrici o no del gene p53. Uno studio austriaco ha mostrato che il resveratrol bloccava lo sviluppo delle metastasi ossee in certi tipi di cancro. Altri studi hanno dimostrato che permette di migliorare, in certi casi, gli esiti della chemioterapia. Blocca anche gli effetti promotori dei regimi troppo ricchi in acido linoleico. Contrariamente a molti medicamenti il resveratrol non distrugge le cellule sane ma le protegge. La sua azione anti cancro è realmente varia, potente e sofisticata.
  • Dopo studi preliminari, il resveratrol protegge il cervello dallo stress ossidativo solo o in combinazione di altri antiossidanti. Si conosce che lo stress ossidativo ha un ruolo importante nello sviluppo della maggior parte delle malattie neurodegenerative.
  • Uno studio cinese viene a dimostrare che il resveratrol protegge il midollo spinale dall’infiammazione con una efficacia comparabile a quella del medicamento prednisone, ma con una protezione antiossidante supplementare, quando viene iniettato immediatamente dopo una ferita. Il resveratrol ha ugualmente migliorato la prognosi e ridotte le conseguenze permanenti di un attacco cerebrale in ratti pretrattati per 21 giorni.
  • Il resveratrol, dopo uno studio condotto alla Harvard Medical School, attiva un gene di longevità in certi ceppi di lievito e permette di accrescere la loro speranza di vita del 70% i suoi effetti si manifestano come quelli della restrizione calorica (solo metodo scientificamente dimostrato per accrescere la longevità ) per l’attivazione dei geni SIR. I ricercatori per il momento non hanno lavorato che su dei lieviti, mosche e nematodi, ma fanno notare che gli esseri umani stessi possiedono questi geni.

___________________________________________________
RASVERATROLO 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da XENA il Mar 24 Feb 2009 - 20:35

costa caro 5 grammi 40 euro!!!

___________________________________________________
RASVERATROLO 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da LUNA il Mar 24 Feb 2009 - 22:15

Mi pare che l'uvetta sultanina ne contenga....
LUNA
LUNA
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 3566
Località : New york
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da viernes il Mer 25 Feb 2009 - 15:37

azz.... e io che mangio uvetta a etti... vuoi vedere che ne ho azzeccata una? Very Happy
viernes
viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1498
Età : 44
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Lun 7 Set 2009 - 6:03

il Polygonum Cuspidatum detto anche Caprifoglio giapponese contiene resveratrolo in quantità 400 volte l'uva,

http://www.google.it/#hl=it&source=hp&q=polygonum+cuspidatum&btnG=Cerca+con+Google&meta=&aq=0&oq=polygonum+&fp=2f536aa5657adedc

riporto da qui:

http://www.gigicabrini.it/farmacia/fprodotti/fpro02120.html


Polygonum
cuspidatum


Pianta erbacea perenne d’origine asiatica, appartenente alla famiglia delle
Polygonaceae. L’estratto secco della radice rappresenta la maggior sorgente naturale di resveratrol nella forma biologicamente più attiva.


Resveratrol

Derivato fenolico dotato di potente attività antiossidante, antitumorale, e cardioprotettiva.


Categoria


Proprietà
terapeutiche

.Antiossidante·
.Attività cardioprotettiva e antitrombotica
.Attività estrogeno-simile
.Attività anti-ipertensiva
.Attività ipocolesterolemizzante e
ipolipidemizzante
.Antitumorale
.Immunostimolante
.Protezione della mucosa gastrica.



Costituenti
bioattivi
della pianta

Resveratrol, emodina, polidatina



Indicazioni

Trattamento preventivo delle patologie cardiovascolari

Trattamento preventivo delle neoplasie

Trattamento di ipertensione, ipercolesterolemia, iperlipidemie

Trattamento di patologie gastrointestinali.

Forme
di impiego


Estratto secco della radice della pianta per la preparazione di capsule, sciroppi,
tavolette. La concentrazione in resveratrol nell’estratto secco può variare dal 5 al 95%, in funzione della metodologia impiegata.


Dosaggi
d’impiego consigliati


Non è
ancora stato individuato un dosaggio ideale.

Dosaggio
suggerito: 25-200 mg (1-2 volte al giorno).


Tossicità
ed effetti collaterali


Non sono riportati dati di tossicità, né eventuali interazioni con farmaci.
GENERALITA’

Polygonum cuspidatum è il nome di una pianta erbacea perenne, appartenente alla stessa famiglia del grano saraceno (Polygonaceae). Di origine asiatica, questa specie cresce spontaneamente in zone aride degli Stati Uniti e nel sud del Canada. P. cuspidatum è una pianta nota sin dall’antichità, impiegata dalla medicina popolare come erba lassativa, e occasionalmente utilizzata come cibo. Oggi se ne conoscono diverse
applicazioni terapeutiche per varie patologie, ma attualmente l’importanza di questa pianta è in relazione all’elevata concentrazione
di resveratrol in essa presente, una fitoalessina dotata di potente attività antiossidante, antitumorale e cardioprotettiva. Il resveratrol
si trova in quantità apprezzabili in varie piante (uva, arachidi, ecc.), ma grande interesse ha suscitato il fatto che si ritrovi nell’uva e nei suoi derivati. Alla luce di questo, negli ultimi anni è stato molto incentivato il consumo di vini, in particolare quello rosso, poiché è stato possibile associare all’uso quotidiano, una minor incidenza di malattie cardiovascolari. Tale fenomeno è conosciuto come “paradosso francese”, per uno studio compiuto sulle popolazioni del sud della Francia, le quali, pur consumando cibi ricchi di grassi, sono meno soggette alle malattie cardiovascolari di altre che non consumano vino rosso. La peculiarità della P. cuspidatum è quella di contenere, nell’estratto secco della sua radice, resveratrol in una quantità 400
volte superiore rispetto all’uva e ai suoi derivati, rappresentando così la maggior sorgente naturale di questo composto, nella forma
biologicamente più attiva. Infatti, per assumerne quantitativi efficaci, bevendo vino rosso, molto probabilmente s’incorrerebbe
nell’insorgenza di altre malattie (es. cirrosi)
prima di poter riscontrarne i benefici. Inoltre, utilizzando un estratto naturale e non un derivato di sintesi, si possono sfruttare non solo le proprietà terapeutiche del fitocomponente, ma anche quelle di altre sostanze bioattive presenti, che ne completano l’attività e ne favoriscono la biodisponibilità.
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Lun 7 Set 2009 - 6:10

SOSTANZE BIOATTIVE E PROPRIETA’ FARMACOLOGICHE

Il principale composto attivo contenuto nella P. cuspidatum, responsabile delle proprietà terapeutiche della pianta, è il resveratrol.[i] Il resveratrol possiede numerose attività biologiche, e nell’estratto di P. cuspidatum le sue proprietà sono potenziate da altri fitocomponenti, come l’emodina e la polidatina. Per l’elevato contenuto di resveratrol, l’estratto secco dalla radice di P. cuspidatum è in grado di esplicare attività antiossidante e antitumorale, ed è un valido supplemento per la prevenzione e il trattamento coadiuvante di malattie cardiovascolari.

Attività cardioprottetiva.
L’azione protettiva del resveratrol sull’apparato cardiovascolare è dovuta alle sue proprietà antiossidanti, e alla sua capacità di inibire l’aggregazione piastrinica, che si esplica attraverso l’inibizione della sintesi degli eicosanoidi e la modulazione del metabolismo
dell’acido arachidonico.[ii]

Attività ipocolesterolemizzante e ipolipidemizzante.
Il resveratrol protegge dall’ossidazione le LDL, [iii] le lipoproteine responsabili del trasporto del colesterolo alle cellule dell’organismo. L’attività antiossidante del resveratrol inibisce il processo degradativo a carico delle LDL, responsabile nel tempo di molte patologie cardiovascolari. La sua assunzione determina un abbassamento dei livelli di colesterolo totale e una riduzione dei grassi in
circolo. In particolare, si riscontra un abbassamento dei livelli ematici di VLDL, che, fra i diversi tipi di LDL, sono quelle maggiormente responsabili dell’insorgenza dell’arteriosclerosi.

Attività ormone-simile.
Le radici di P. cuspidatum contengono una serie di composti denominati stilbeni, dei quali il resveratrol rappresenta la forma più abbondante. Il resveratrol ha una struttura chimica simile a quella del dietilstilbestrolo, un estrogeno sintetico, e questo spiega l’attività ormone-simile di questo composto, in grado di legare ed attivare competitivamente i recettori per l’estrogeno. Poiché l’attività estrogenica influisce sui livelli di colesterolo e sul flusso sanguigno, alcuni studiosi ritengono che gli effetti del resveratrol nella prevenzione delle patologie cardiovascolari possano essere spiegati anche attraverso questo meccanismo d’azione alternativo. Un altro stilbene isolato da P.cuspidatum è la polidatina, che protegge le cellule miocardiche dalla deplezione di ossigeno e glucosio, ed è anche in grado di inibire l’aggregazione piastrinica.

Attività ipotensiva.
Favorendo il meccanismo fisiologico mediato dall’ossido nitrico, il resveratrol è in grado di indurre vasodilatazione, portando all’abbassamento della pressione arteriosa.

Attività antitumorale.
Il resveratrol mostra un’attività chemopreventiva verso il cancro[iv], agendo come agente antiossidante, antimutageno e antinfiammatorio. Il resveratrol, inoltre, è in grado di inibire la tirosin-chinasi[v], enzima coinvolto nella trasduzione del segnale nel citoplasma delle
cellule coinvolte nella regolazione della mitogenesi. E’ da notare che la P. cuspidatum produce anche emodina[vi], un antrachinone che, come
il resveratrol, possiede attività antineoplastica, antimutagena, e inibitoria della tirosin-chinasi.

Attività anti-infiammatoria.
Il resveratrol ha dimostrato di possedere anche un’attività antiinfiammatoria, attraverso l’inibizione della cicloossigenasi edell’idroperossidasi.[vii]

Attività immunostimolante.
L’assunzione di P.cuspidatum determina la stimolazione del sistema immunitario in misura dose-dipendente. Diversi studi, inoltre, hanno evidenziato come l’estratto di P.cuspidatum stimoli sia la produzione di interleuchina II che la produzione anticorpale da parte dei linfociti. L’estratto di P. cuspidatum possiede infine un effetto antipiretico ed analgesico, ed è in grado di proteggere la membrana gastrica da lesioni ulcerose grazie ad una lieve inibizione della secrezione gastrica.
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Lun 7 Set 2009 - 6:15

DOSAGGI D’IMPIEGO E TOSSICITA’

Il maggior costituente dell’estratto di P.cuspidatum è rappresentato, anche in funzione del tipo di estratto utilizzato, dal resveratrol; per
questo motivo sono indicati i dosaggi di impiego relativi a questa sostanza.
Il resveratrol non è un nutrimento essenziale, come può essere considerata una vitamina, quindi non può essere associato ad uno stato di carenza, ma in virtù delle sue ottime qualità, i nutrizionisti suggeriscono spesso integrazioni, anche in combinazione con altri nutraceutici. I quantitativi di resveratrol presenti in un bicchiere di vino rosso sono di circa 600 mg, mentre in una manciata di arachidi se ne ritrovano circa 70 mg. Le integrazioni
di resveratrol, spesso in combinazione con altri antiossidanti, sono generalmente nell’intorno di 200-600 mg. Tuttavia, la quantità utilizzata negli animali per prevenire il cancro corrisponderebbe,riferito all’uomo, a circa 500 mg al giorno, dose largamente in eccesso rispetto alle quantità sopra indicate. Di conseguenza non è ragionevole pensare che le quantità riscontrabili negli integratori o nei cibi possano avere effetti preventivi o tantomeno terapeutici. Alla luce di queste considerazioni è chiaro come il dosaggio ideale non sia ancora stato individuato.
Gli estratti di P. cuspidatum rappresentano una ricca sorgente di resveratrol, poiché la concentrazione di resveratrol nell’estratto può arrivare anche sino al 95%, e il suo impiego, da solo o in combinazione con altri nutriceutici, consente di ottenere preparati potenzialmente molto efficaci.
Per quanto riguarda la tossicità non sono stati riscontrati effetti collaterali, né interazioni con farmaci.

FORME DI IMPIEGO

Viene utilizzato come estratto secco della radice e sotto forma di polvere, per la preparazione di vari tipi di nutriceutici come tavolette, capsule, sciroppi.
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI


[i] Fremont L Biological effects of resveratrol. Life Sci 66, 663-73, 2000.

[ii] Kimura, Y., Okuda, H., Kubo, M. Effects of stilbenes isolated from medicinal plants on arachidonate metabolism and degranulation in human polymorphonuclear leukocytes. J. Ethnopharmacol, 45, 131-139, 1995.

[iii] Frankel, E.N. ; Waterhouse, A.L.; Kinsella, J.E. Inhibition of human LDL oxidation by resveratrol Lancet,
341, 1103-1104, 1993.

[iv] Jang, M., Cai, L., G.O. Udeani. Cancer chemopreventive activity of resveratrol, a natural product derived from grapes. Science, 275, 218-220, 1997.

[v] Jayatilake, G.S., Jayasuriya, H., Lee, E.S., Koonchanok, N.M., Geahln, R.L. Ashendel, C.L., McLaughlin, J.K. Chang. C.J., Kinase inhibitors from Polygonum cuspidatum. J.Nat.Prod, 56, 1805-1810, 1993.

[vi] Jayasuriya, H. Koonchanok, N.M., Geahlen, R.L., McLaughlin, J.L., Chang, C.J. Emodin, a protein tyrosine kinase inhibitor from Polygonum cuspidatum. J.Nat. Prod. 55, 696-698, 1992. [vii] Martinez, J.; Moreno, J.J.; Effect of resveratrol, a natural polyphenolic compound, on reactive oxygen
species and prostaglandin production. Biochem Pharmacol 59, 865-70, 2000
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da XENA il Sab 3 Ott 2009 - 21:10


IL RESVERATROLO: UN PRINCIPIO NATURALE MULTIFUNZIONALE
Prof. Mario De Rosa, dipartimento di Medicina Sperimentale, 2a Universita' di Napoli
Prof. Mose' Rossi, dipartimento di Biochimica, Universita' Federico II, Napoli


Presente nelle uve rosse e in altre fonti vegetali, rappresenta una molecola con grande potenzialita' nel trattamento delle alterazioni cutanee da stress

Il resveratrolo (3, 4', 5 - trans-tri-idrossi-stilbene) e' uno stilbene di origine vegetale che si trova in alcune spermatofite, principalmente nell'uva rossa, nelle noccioline americane e nei pinoli, essendosi evoluto nelle piante come una molecola segnale, capace di interagire con le strutture biologiche, attivando una serie di processi di riparo e meccanismi difensivi. La sua sintesi e' indotta dagli stress, fra cui le infezioni e la irradiazione da raggi UV. Recentemente la scoperta di alti livelli di resveratrolo nelle radici dell'erba medicinale Polygonum cuspidatum ha aperto la possibilita' di utilizzare questo principio attivo nel campo cosmetico e degli health foods. Storia di una molecola
Circa 500 pubblicazioni sulle riviste piu' prestigiose, come Nature, Science, Lancet e molti brevetti internazionali dimostrano l'interesse generale oggi esistente intorno a questa molecola. Il resveratrolo si porta all'attenzione del mondo scientifico e dei mass media all'inizio degli anni '90, quando un importante studio epidemiologico, conosciuto come "France paradox", dimostro' che la bassa incidenza di malattie cardiache nella popolazione francese, che consuma notoriamente una dieta con alti contenuti di grassi, e' legata al consumo regolare di vini rossi che contengono resveratrolo (Clinica Chim. Acta, 237, 155, 1995; Ann. Intern. Med., 117, 646, 1992; Lancet, 338, 464; 1991). La maggior parte della Letteratura internazionale di riferimento per la dermocosmesi e' di tipo brevettuale, per il forte valore applicativo dei risultati delle ricerche nel trattamento della cute stressata da situazioni ambientali o patologiche. Le caratteristiche chimico-fisiche e le proprieta' biologiche del resveratrolo, interessanti per il settore della dermo-cosmesi, sono: l'attivita' antiossidante e radical scavenger della molecola, il suo effetto antinfiammatorio e vasorilassante, la capacita' di stimolare la proliferazione cellulare e la sintesi di collagene, l'azione inibente sulle proteasi e la capacita' di bloccare efficacemente e selettivamente le radiazioni UV-B.

RASVERATROLO ResveratroloL'azione antiossidante a doppio meccanismo d'azione
Quando le difese antiossidanti cellulari non sono in grado di contrastare l'azione delle specie radicaliche dell'ossigeno (ROS) si instaura nelle cellule un processo noto come stress ossidativo, in seguito al quale le piu' importanti classi molecolari acidi nucleici, proteine e lipidi vengono danneggiate, con compromissione della funzionalita' e della vitalita' delle cellule stesse. A livello cutaneo i ROS originano fenomeni di aging con rilassamento cutaneo e formazione di rughe, e in particolari condizioni anche processi degenerativi. La possibilita' di rafforzare le difese antiossidante endogene, con un apporto esterno di antiossidanti per via alimentare, sistemica o topica rappresenta un'importante strategia preventiva e terapeutica. Un antiossidante puo' agire prevenendo la formazione dei ROS, chelando gli ioni ferro e rame che ne catalizzano la formazione o bloccandone l'azione con una reazione di terminazione che trasforma il radicale in una specie stabile, in questo caso si parla anche di "radical scavenger".

Il resveratrolo e' un efficace antiossidante a doppio meccanismo d'azione, perche' agisce sia come chelante che come radical scavenger. Studi in differenti sistemi modello hanno dimostrato che le proprieta' del resveratrolo sono superiori a quelle delle vitamine C, E e del beta-carotene e che il resveratrolo sviluppa un'azione antiossidante sinergica con queste vitamine (Life Sciences 66, 663, 2000; Life Sciences, 61, 2013, 1997; Neuroreport, 8, 1499 , 1997; Doctor's Guide 1997, Lancet 341, 1103, 1993).
Sinergismo tra azione antinfiammatoria e antiossidante
Il resveratrolo riduce la risposta infiammatoria, inibendo gli enzimi coinvolti nel metabolismo dell'acido arachidonico che attiva il processo infiammatorio, (in particolare inibisce la 5-lipoossigenasi)(Science, 267, 1782, 1995, N. Eng. J. Med, 325, 1593, 1991; BBA, 834, 275, 19 J. Exp. Med., 134, 149, 1971). L'importante sinergismo tra azione antinfiammatoria e antiossidante giustifica l'uso del resveratrolo come composto innovativo in formulazioni cosmetiche protettive della pelle e contro l'invecchiamento.
Attivita' vasorilassante e microcircolo cutaneo
L'attivita' vasorilassante del resveratrolo (Thrombosis and Gaemostasis, 76, 818, 1996; Gen Pharmacol, 27, 363, 1996), consente di migliorare il microcircolo che nutre la cute. Freddo, vento, fumo, UV, determinano la perdita di elasticita' dei vasi sanguigni periferici, limitando l'apporto di ossigeno. In queste condizioni i tessuti divengono sofferenti, rallentano il loro metabolismo, producendo meno elastina e collagene. L'applicazione topica di prodotti contenenti resveratrolo, rivitalizza i tessuti, prevenendo i danni da stress cutaneo.


Trattamento della cute stressata
Il brevetto US 6, 147, 121 documenta che l'applicazione topica di formulati cosmetici contenenti solo resveratrolo come principio attivo conferisce tono alla pelle. Il brevetto riporta una serie di sperimentazioni in vitro su colture di fibroblasti del derma, che dimostrano la capacita' del resveratrolo di stimolare la proliferazione cellulare e la produzione di collagene da parte delle cellule in coltura. Nello stesso brevetto si documenta anche che il resveratrolo inibisce l'espressione delle proteasi responsabili della degradazione della matrice collagenica e delle altre proteine intercellulari.
RASVERATROLO Aminoacidi

La capacita' di rivitalizzare i fibroblasti, l'aumentata capacita' di sintetizzare collagene, il prolungamento della shelf life della matrice proteica intercellulare, non attaccata dalle proteasi, concorrono sinergicamente a limitare l'aging cutaneo della pelle, stressata da fattori ambientali e patologici. L'eziologia multifattoriale di una serie di severi disordini cutanei quali la dermatite seborroica, le dermatiti irritative e l'eczema rende in genere poco risolutivi per queste patologie gli approcci terapeutici convenzionali di tipo dermo-cosmetico. La capacita' del resveratrolo di sviluppare sinergicamente una serie di attivita' biologiche relazionate a questi quadri patologici costituisce il razionale di impiego di questa molecola nel trattamento di dermatite seborroica, dermatiti irritative ed eczema. In particolare le attivita' biologiche del resveratrolo che concorrono sinergicamente all'efficacia terapeutica della molecola in queste patologie cutanee a eziologia multifattoriale e con una spiccata componente infiammatoria sono: a) la capacita' della molecola di inibire la perossidazione lipidica, di chelare gli ioni metallici e di agire come radical scavenger; b) il suo coinvolgimento in eventi metabolici cellulari rilevanti per questi quadri patologici come la sintesi degli eicosanoidi e il metabolismo lipidico; c) le attivita' antinfiammatoria, vasorilassante, antiproliferativa e estrogenica di questa molecola, ampiamente documentate sia in vitro che a livello clinico.

___________________________________________________
RASVERATROLO 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Sab 31 Ott 2009 - 4:23

Ho trovato un produttore del Resveratrolo, che sembra affidabile, la ditta si chiama >NUTRABIO< e lo vende anche su eBay
il prodotto è titolato (se si dice così) al 50% di trans-resveratrolo ed è ottenuto dal Polygonum Cuspidatum
nota: ci sarebbe da sapere se la titolazione al 50% è opportuna...
il link delle testimonianze sotto * non so a quale titolazione si riferisce...
Expiration34 month minimum
Gradepharmaceutical
Purity99.87%
Tasteslight taste
Solubilityslightly soluble
Characteristicsfrom polygonum cuspidatum standardized by HPLC to 50% Active trans-resveratrol
Appearancelight brown powder
Odorminimum odor
pHn/a
Classificationstandardized herb extract
CAS Registry501-36-0
Synonyms3,4',5-Trihydroxy-trans-stilbene, 5-[(1E)-2-(4-Hydroxyphenyl)ethenyl]-1,3-benzenediol
Molecular FormulaC14H12O3
Molecular structure
RASVERATROLO 501-36-0
i vantaggi sono:
come potete vedere al seguente link:
http://stores.shop.ebay.co.uk/Nutrabio_Resveratrol_W0QQ_fsubZ1790488018QQ_sidZ54705268QQ_trksidZp4634Q2ec0Q2em322

IL COSTO!!! (d'altronde è un primo fornitore se non il produttore...)

100grammi 21 sterline cioè circa 23-24 euro!!!
per una quantità di resveratrolo di 50grammi

500 GRAMMI!!! 99sterline cioè circa 110 euro
per una quantità di resveratrolo di 250grammi

1 CHILO!!! circa 200euro, una fornitura per tre anni!!!
per una quantità di resveratrolo di 500grammi

se ne prenderebbe a stare molto, molto, ma molto abbondanti (visto che dall'alimentazione se ne assume qualche milligrammo), 500mg al giorno, che equivale a 250mg di resveratrolo,

una confezione di 100grammi durerebbe quindi 200giorni per un costo che ripeto come potete vedere al link

http://cgi.ebay.co.uk/RESVERATROL-POWDER-100-Grams-Kosher-Anti-Aging_W0QQitemZ220475886184QQcmdZViewItemQQptZLH_DefaultDomain_0?hash=item3355630a68

è veramente irrisorio rispetto a quanto si può trovare in italia...: i soliti prodotti con poche compresse tipo 50mg x 60 al costo di decine di euro... invece di 100grammi! 24 euro circa,

a parlare male, riferendosi ad albanesi che dubita di ogni cosa, ammette però http://www.-----albanesi.it/alimentazione/resveratrolo.htm (togliete i trattini nel link che si apre) che potrebbe essere efficace per cancro (e altro), riporta anche che le ricerche sono discordanti sulla sua azione agonista o antagonista della ricezione di ormoni estrogeni - ([1] Bowers JL, Tyulmenkov VV, Jernigan SC, Klinge CM. Resveratrol acts as a mixed agonist/antagonist for estrogen receptors alpha and beta. Endocrinology.141(10):3657-3667, 2000.)

ammette anche che per avere dosi curative e a prenderlo dal vino bisognerebbe assumere 4 litri di vino al giorno e ovviamente non è salutare, ma il problema non si pone per il prodotto sopra indicato...

io vorrei ordinarlo per me, ma c'è il problema che se lo spediscono dall'Inghilterra dove è registrato il referente per i prodotti NutraBio allora va bene, in pochi giorni arriva,
purtroppo quando si clicca sui prodotti è detto essere spedito dagli USA e allora, ho già esperienza, se incontra la dogana, quasi sicuramente (dipende anche da come lo spediscono) ci mette 30 giorni, oltre al fastidio di inviare documenti, aspettare eccetera...

ho contattato il referente su eBay per sapere...
a qualcuno interessa? magari si acquista per i fatti propri e si prova.

*
alcune testimonianze positive sul resveratrolo (http://healthhomebusiness.com/results.html) di persone con malattie Gravi:

http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://healthhomebusiness.com/results.html&ei=FZHrSumtHteO_Aa3gpGRDw&sa=X&oi=translate&ct=result&resnum=1&ved=0CAcQ7gEwAA&prev=/search%3Fq%3Dhttp://healthhomebusiness.com/results.html%26hl%3Dit%26sa%3DG


-------------------
link di altri venditori

http://cgi.ebay.it/Giant-Knot-Weed-Extract-50-Resveratrol-30-Grams_W0QQitemZ280408034247QQcmdZViewItemQQptZUK_Health_Beauty_Vitamins_Supplements?hash=item41499f0bc7

http://cgi.ebay.it/Bulk-RESVERATROL-Grape-Skin-Extract-ACAI-BERRY-POWDER_W0QQitemZ120485591361QQcmdZViewItemQQptZLH_DefaultDomain_0?hash=item1c0d803941
-------------------
un clip informativo in inglese sul resveratrolo http://www.cbsnews.com/video/watch/?id=4752354n
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Sab 31 Ott 2009 - 6:38

Dezeb ha scritto:
DOSAGGI D’IMPIEGO E TOSSICITA’

Il maggior costituente dell’estratto di P.cuspidatum è rappresentato, anche in funzione del tipo di estratto utilizzato, dal resveratrol; per
questo motivo sono indicati i dosaggi di impiego relativi a questa sostanza.
Il resveratrol non è un nutrimento essenziale, come può essere considerata una vitamina, quindi non può essere associato ad uno stato di carenza, ma in virtù delle sue ottime qualità, i nutrizionisti suggeriscono spesso integrazioni, anche in combinazione con altri nutraceutici. I quantitativi di resveratrol presenti in un bicchiere di vino rosso sono di circa 600 mg, mentre in una manciata di arachidi se ne ritrovano circa 70 mg. Le integrazioni
di resveratrol, spesso in combinazione con altri antiossidanti, sono generalmente nell’intorno di 200-600 mg. Tuttavia, la quantità utilizzata negli animali per prevenire il cancro corrisponderebbe,riferito all’uomo, a circa 500 mg al giorno, dose largamente in eccesso rispetto alle quantità sopra indicate. Di conseguenza non è ragionevole pensare che le quantità riscontrabili negli integratori o nei cibi possano avere effetti preventivi o tantomeno terapeutici. Alla luce di queste considerazioni è chiaro come il dosaggio ideale non sia ancora stato individuato.

quanto riferito sul contenuto di resveratrolo in un bicchiere di vino rosso = 600mg è sicuramente un errore come altri dati al link sopra,

riferimento: http://en.wikipedia.org/wiki/Resveratrol#Plants_and_foods
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Dezeb il Mar 15 Dic 2009 - 2:32

Ho comprato 50 grammi di Resveratrolo al 98%! ottenuto dal Polygonum Cuspidatum,

venduto all'ingrosso per 49,99 sterline comprese spese di spedizione, cioè circa 55euro,
si può pagare tramite carta di credito, tramite paypal, e tramite account google,
il prodotto si chiama Hi-Resveratrol,

seguendo questo link,
ditta global-trade.eu
http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=260509524232
si arriva al sito a parte http://www.improvelifespan.com/
dove tale Mr. Tony Mackenzie, che gestisce altri settori di vendita, vende il resveratrolo,

cortese e veloce nel rispondere su dubbi, problemi etc, http://www.lordtonymackenzie.com/

pagina tradotta:
http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.lordtonymackenzie.com/&ei=ys4mS6yYIIq6sAaGqeXHAw&sa=X&oi=translate&ct=result&resnum=1&ved=0CBAQ7gEwAA&prev=/search%3Fq%3Dhttp://www.lordtonymackenzie.com/%26hl%3Dit%26sa%3DG

ho ordinato il 2 dic. mi è arrivato oggi il pacchettino, con copia di Certificato di analisi inclusa;
non l'ho ancora assunto.

RASVERATROLO Resver10
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 50
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da clonmacnoise il Mer 27 Gen 2010 - 16:10

Qualcuno lo ha provato il Resveratrolo?

Visto che il Poligonum cuspidatum negli USA è una comune pianta "infestante" e che contiene parecchio principio attivo, qualcuno sa come procurarsi i semi? Magari una tisana di radici costa meno dell'estratto...

clonmacnoise
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Maschio
Numero di messaggi : 5
Età : 58
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 09.12.09

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da thegame il Mer 27 Gen 2010 - 16:14

viernes ha scritto:azz.... e io che mangio uvetta a etti... vuoi vedere che ne ho azzeccata una? Very Happy

Ciao Dona come stai???
Anche io ne mangio molta nei cereali per colazione!!!te ne riesci a prendere un tipo che sia esente da olii vegetali aggiunti??grazie e ciauz

thegame
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2036
Età : 58
Località : torino
Data d'iscrizione : 18.02.08

Torna in alto Andare in basso

RASVERATROLO Empty Re: RASVERATROLO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum