COLESTEROLO

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Lun 30 Mar 2009 - 18:33

Prefazione

Le malattie cardiovascolari rappresentano una delle cause principali di mortalità della popolazione dei paesi sviluppati. Si tratta di un gruppo di diverse malattie, caratterizzate alla base da disfunzione circolatoria che si traduce in una insufficiente nutrizione ed ossigenazione cellulare con conseguente comparsa di un quadro fisiologico degenerativo che produce un peggioramento cronico dello stato circolatorio del soggetto.
Anche se la sua eziologia è multifattoriale, ambientale, dietetica, genetica, l’effetto sullo stato arterioso è comune nella maggior parte dei disturbi vascolari, coronarici, cerebrali e periferici.
Uno dei fattori ritenuti responsabili del danno arterioso in relazione anche con l’invecchiamento dell’individuo, è la alterazione del profilo lipidico attraverso un incremento dei tassi serici di colesterolo, trigliceridi e lipoproteine di bassa densità (LDL) accompagnato da una diminuzione delle lipoproteine di alta densità (HDL).
In molti casi una alimentazione finalizzata non riesce da sola a ristabilire i normali valori lipidici per cui si rende necessario l’impiego di farmaci in maniera continuativa.
I Laboratori Dalmer dell’Avana (Cuba), specializzati nelle ricerche e produzione di prodotti naturali, commercializzano una specialità farmaceutica estratta, isolata e purificata dalla cera di canna da zucchero (Saccharum officinarum L.), denominata PPG® il cui principio attivo è una miscela determinata e riproducibile di alcoli alifatici superiori registrata come policosanol, con proprietà ipocolesterolemizzanti.
In Italia la Commerciale FAR.CO S.r.l. distribuisce in esclusiva come estratto vegetale e commercializza con marchio registrato ppg®diet il medesimo estratto di cera dicanna da zucchero composto, oltre che da 5 mg della citata miscela di alcoli alifatici (policosanol), da 1 mg di acidi grassi.
Questa monografia è una rivisitazione ed un riepilogo di letteratura scientifica internazionale dei diversi saggi clinici condotti dai Laboratori Dalmer per stabilire l’efficacia, la tollerabilità e la sicurezza dei suoi prodotti.
Introduzione

La ipercolesterolemia associata ad un innalzamento dei livelli di lipoproteine di bassa densità (LDL) è uno dei principali fattori di rischio nello sviluppo della aterosclerosi e delle sue principali complicanze: le malattie cardiovascolari.
Studi clinici di lunga durata condotti con l’impiego di sostanze ipolipemizzanti hanno dimostrato che questa terapia produce benefici significativi contro la morbilità e la mortalità da malattie cardiovascolari.
In concreto l’abbassamento dei livelli serici di colesterolo unito alle LDL (LDL-C) comporta anche una riduzione del manifestarsi di accidenti coronarici.
Ricercando una relazione tra il grado di riduzione dei livelli serici di colesterolo e le malattie coronariche, è stato riferito che un 1% di abbassamento dei valori del colesterolo in persone di mezza età comporta una riduzione del 2% del rischio coronarico.
È stato dimostrato inoltre in questo studio che una moderata riduzione delle LDL-C (11%) ed un aumento dell’11% delle HDL-C si accompagna ad un 34% di diminuzione di malattie coronariche.
Esistono diverse sostanze ipocolesterolemizzanti di dimostrata efficacia, anche se nella maggioranza dei casi il loro impiego è solito produrre effetti collaterali di varia natura.
Al contrario, preparati che possono essere utilizzati a tempo prolungato senza presentare effetti collaterali, si rivelano di efficacia modesta nell’impiego su pazienti con tassi elevati di colesterolo.
Il policosanol ha dimostrato ampiamente i suoi effetti ipocolesterolemizzanti, antiaggreganti delle piastrine, antiischemici, antiossidanti ed energizzanti sia in volontari sani che in pazienti con ipercolesterolemia di tipo II ed in gruppi a rischio: ipertesi, diabetici non insulino dipendenti (NID), pazienti con alterazioni della funzione epatica, pazienti a grave rischio vascolare (infarto del miocardio).
Composizione e farmacocinetica

Il ppg®diet ha la seguente composizione per compressa:
Estratto della cera di canna da zucchero, contenente:
Miscela di alcoli alifatici superiori 5 mg
Acidi grassi 1 mg
Eccipienti c.s.
Questa miscela naturale di alcoli alifatici primari estratta e purificata dalla cera di canna da zucchero (Saccharum officinarum, L.), viene denominata policosanol e si classifica in ambito terapeutico come un agente ipocolesterolemizzante.
Sua componente principale, sul piano quantitativo è l’1-octacosanol, oltre a sette altri alcoli: (tetracosanol, exacosanol, eptacosanol, nonacosanol, triacosanol, dotriecontenol e tetretriecontenol), che definiscono una miscela che rientra tra quelle definite e riproducibili.
Il policosanol si somministra per via orale assorbendosi e distribuendosi rapidamente e preferibilmente nel fegato. Questo effetto evidenzierebbe una circostanza favorevole nell’azione ipocolesterolemizzante del prodotto, dato che il fegato è l’organo preferenziale di sintesi e regolazione del metabolismo del colesterolo.
La distribuzione tessutale del policosanol interessa oltre al fegato, l’aorta, il cuore ed il tessuto adiposo.
Le feci sono la via fondamentale di escrezione del policosanol essendo la bile la via principale di eliminazione.
Attività farmacologica


Lo studio farmacologico preclinico del policosanol ha messo in evidenza che questo prodotto non presenta il profilo farmacologico tipico delle sostanze antinfiammatorie ed analgesiche, nè quello delle sostanze ad azione calmante o stimolante del sistema nervoso centrale (SNC). Non produce inoltre variazioni significative della frequenza cardiaca il che consente di affermare che la sua somministrazione non modifica il cronotropismo cardiaco.
La somministrazione orale di policosanol in pazienti produce effetti ipocolesterolemizzanti, antiateromatosi, antiaggreganti, antiischemici, antitrombotici e migliora il rendimento fisico.
Effetto ipocolesterolemizzante
Gli effetti sul profilo lipidico sono stati valutati sia in volontari sani1, che in pazienti con ipercolesterolemia primaria 2,3,6,28, con ipercolesterolemia di tipo II 5,7-9,11-14,25, con ipercolesterolemia e diabete non insulino dipendente (NID)10,23, con ipercolesterolemia e rischio coronarico 19,20,32,34,36, con ipercolesterolemia e disturbi epatici 16, con ipercolesterolemia e l’ipertensione 17.
I dati indicano che il policosanol abbassa significativamente l’incremento dei livelli serici di colesterolo e di LDL-C. La sua azione ipocolesterolemizzante è mediata dalla inibizione della sintesi del colesterolo a livello della HMG-CoA reduttasi, nel punto che precede la produzione di acido mevalonico e dall’aumento della capacità di fissazione delle LDL-C ai propri recettori cellulari, favorendone il processo di assorbimento all’interno delle cellule. Questo meccanismo di azione è identico a quello proprio di determinati farmaci di sintesi (statine).
L’azione ipocolesterolemizzante è stata inoltre dimostrata a confronto con determinati farmaci ipolipemizzanti ampiamente sperimentati (bezafibrato5 e probucol 24).
Senza dubbio, i risultati più interessanti sono quelli dei saggi clinici a doppio cieco vs. estatine (simvastatina26, pravastatina27 e lovastatina) nel trattamento di ipercolesterolemia di tipo II, nei quali il policosanol ha presentato la medesima efficacia di tali farmaci ma con assenza di effetti secondari ed una azione positiva sulla frazione HDL-C.
Effetto antiischemico, antiaggregante e antitrombotico
Questi effetti sono stati osservati negli studi realizzati su volontari sani 18,21,22,29,30, in pazienti affetti da ischemia cerebrale4 ed in pazienti ipercolesterolemici di tipo II33.
È stato osservato che in questi casi si produce una diminuzione serica del trombossano B2(TxB2), che non interferisce sui livelli di prostaciclina I2 (PgI2 ), che potrebbe aumentare leggermente. Questo fatto è molto importante perché segnala che l’azione del policosanol è sulla trombossano-sintetasi e non sulla ciclossigenasi come fa l’aspirina, il che spiega la sinergia osservata nei trattamenti nei quali è stato impiegato policosanol insieme con aspirina 4,29.
Questi dati sono di grande interesse dato che la iperaggregazione delle piastrine, così come gli eventi ischemici o trombotici sono complicazioni frequenti della ipercolesterolemia e della aterosclerosi ad essa associata.
Effetto antiateromatoso
Oltre che in studi in vitro ed in modelli animali, gli effetti antiateromatosi del policosanol sono stati esaminati in pazienti che presentano alterazioni aterosclerotiche carotido-vertebrali15 e coronariche36. In questi pazienti fu osservata una diminuzione della progressione ed un aumento della regressione della malattia, attribuibili sia alla modificazione del profilo lipidico che alla proprietà antiaggregante oltre che all’azione di protezione che il policosanol esercita sull’endotelio arterioso.
Altri effetti
Recentemente, in un saggio clinico a doppio cieco rispetto a placebo è stata comprovata l’efficacia del policosanol nel trattamento della claudicazione intermittente35.
I risultati hanno dimostrato una accentuazione significativa della distanza della claudicazione iniziale e della distanza della claudicazione assoluta, grazie al miglioramento della circolazione periferica indotta dal policosanol, dovuta alle sue proprietà antiaggreganti ed antiischemiche e non ad un effetto vasodilatatore periferico, dato che i valori della pressione del sangue si mantennero inalterati.
Questo miglioramento della circolazione, accompagnata da una azione antiossidante, produce anche un aumento della resistenza fisica, incrementa la circolazione collaterale coronarica e migliora il fabbisogno tessutale di ossigeno sia negli sportivi che nelle persone anziane. Produce cioè un miglioramento della capacità di resistenza alla fatica del soggetto.
Gli studi clinici realizzati hanno dimostrato che il policosanol accresce in modo significativo i valori di VO2max e di carico massimo, migliorando altresì la capacità aerobica.
Indicazioni e Posologia

Indicazioni
La dieta costituisce la base di una terapia ipolipemizzante. Il ppg®diet va suggerito a quei pazienti che non riescono a controllare i propri valori di colesterolo e LDL con la dieta.


  • Persone in età matura ed avanzata, a scopo preventivo ed energizzante.

  • Persone che affrontano situazioni di particolare sforzo fisico e psichico, che sono in condizioni di stress od in particolari situazioni.

  • Persone che fanno sport o perseguono un elevato rendimento fisico (il ppg®diet non è una sostanza dopante).

  • Persone con tendenza ad alterazione del metabolismo dei grassi, in particolare a iperlipidemia, ipercolesterolemia primaria di tipo IIa e IIb.

  • Persone in genere soggette a vari fattori di rischio che devono prestare attenzione dietetica in funzione del proprio sistema cardiovascolare: diabetici, ipertesi, cardiopatici, coronaropatie…

Posologia
La dose iniziale consigliata è di una compressa di ppg®diet al giorno da assumere con la cena (momento di massima sintesi del colesterolo) od a colazione (azione energizzante).
Casi refrattari possono richiedere dosi giornaliere di 2 compresse.

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Lun 30 Mar 2009 - 18:34

Effetti secondari
Il ppg®diet ha un eccellente grado di tollerabilità come dimostra l’assenza di modificazioni cliniche, ematologiche o di biochimica ematica in tutti gli studi clinici sino ad oggi condotti6-8,11-14,31,32,36,37. A differenza dei trattamenti farmacologici convenzionali che presentano numerosi effetti secondari, di cui ricordiamo le alterazioni delle transaminasi epatiche, il ppg®diet può essere somministrato a pazienti iperlipemici con disturbi epatici.
È stato osservato qualche caso di lieve prurito cutaneo (0,1%) che è irrilevante in quanto ugualmente riferito dai gruppi che negli studi clinici avevano assunto placebo.
Negli animali da sperimentazione l’unico effetto collaterale rilevato è stato l’aumento della fertilità ed il numero di monte in ratti maschi.
Tossicità
Gli studi clinici tossicologici rivelano l’assenza di tossicità del policosanol, fatto che costituisce una delle principali caratteristiche del ppg®diet.
Il policosanol presenta una tossicità orale acuta praticamente nulla; altrettanto è per la tossicità subcronica e cronica.
È altresì privo di teratogenicità e carcinogenicità.
In uno studio di dose massima tollerata in volontari sani è stato accertato che dosi sino ad 1 g/die di policosanol non producevano modificazioni cliniche rilevabili né la comparsa di reazioni negative.
Interazioni con farmaci
Il policosanol non presenta interazioni con anticoagulanti come l’eparina né con i farmaci che si metabolizzano con la frazione microsomale epatica.
D’altro lato il trattamento orale con il policosanol ha dimostrato sinergismo con gli effetti antitrombotici ed antiaggreganti dell’aspirina4,29. Si è inoltre osservato che la preventiva somministrazione di policosanol previene l’ulcera gastrica prodotta dall’aspirina.
Controindicazioni
Ipersensibilità individuale a qualche componente del prodotto.
Non somministrare a donne incinte, durante l’allattamento e nella prima infanzia, in base ad un elementare criterio fisiologico.
Saggi Clinici

1. IL PPG® NELLE IPERLIPIDEMIE

  1. Studio comparativo del policosanol versus probucol in pazienti con Ipercolesterolemia
  2. Studio comparativo del policosanol versus simvastatina in pazienti anziani con ipercolesterolemia
  3. Studio comparativo del policosanol versus pravastatina in pazienti con ipercolesterolemia di tipo II

2. IL PPG® COME ANTIAGGREGANTE DELLE PIASTRINE
Effetto del policosanol sulla aggregazione delle piastrine e sui metaboliti serici dell’acido arachidonico in volontari sani
3. IL PPG® A LIVELLO ARTERIALE – Coronarico
Effetto del policosanol in pazienti con ipercolesterolemia II e con fattori addizionali di rischio coronario
4. IL PPG® A LIVELLO ARTERIALE – Cerebrale
Studio pilota con ultrasuoni Doppler sull’effetto a lungo raggio della terapia con policosanol in aterosclerosi carotido-vertebrale
5. IL PPG® A LIVELLO ARTERIOSO – Periferico
Studio a doppio cieco controllato rispetto a placebo sugli effetti del policosanol in pazienti con claudicazione intermittente
6. IL PPG® IN GRUPPI A RISCHIO – Ipertesi
Effetti del policosanol in pazienti ipertesi con ipercolesterolemia di tipo II
7. IL PPG® IN GRUPPI A RISCHIO – Diabetici non insulino dipendenti
Effetti del policosanol in pazienti con diabete mellitus non insulino dipendenti con ipercolesterolemia: studio pilota
8. IL PPG® IN GRUPPI A RISCHIO – Epatopatici
Effetti del policosanol in pazienti ipercolesterolemici con indicatori serici biochimici anormali della funzionalità epatica

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da viernes il Lun 30 Mar 2009 - 20:21

propongo anche un punto di vista "differente" sul tema...

Il mito del colesterolo
Tratto dalla dispensa "Siamo sempre più malati" di Marcello Pamio


Nel 1953 Ancel Keys, un ricercatore dell'Università del Minnesota, ha pubblicato un lavoro che sarebbe diventato il mito fondante della teoria sul colesterolo. In quello studio Keys ha inserito un diagramma basato sui dati di 6 diversi paesi del mondo in cui era riscontrabile una relazione evidente tra il consumo di grassi e la mortalità dovuta a cardiopatie coronariche.
La prestigiosa rivista «Lancet» ha immediatamente commentato che «la curva tracciata non lascia dubbi sul fatto che esista un rapporto tra la percentuale di grassi negli alimenti consumati e il rischio di morte a causa di una cardiopatia coronarica».
Tale diagramma però si basa su un errore grossolano.
Non è un vero e proprio errore, ma è la classica strategia messa in atto da chi vuole ottenere un certo risultato piuttosto che un altro. Keys ha infatti preso in considerazione soltanto i dati provenienti da 6 paesi del mondo, pur avendo a disposizione le cifre relative a 22 paesi.
Perché si è limitato a 6 e non ha usato tutti i dati che aveva? La risposta è scontata: se avesse utilizzato i dati completi, il rapporto tra il consumo di grassi e la morte per arresto cardiaco si sarebbe dimostrato inesistente e inconsistente!
Per esempio «negli Stati Uniti la mortalità dovuta a cardiopatie coronariche era 3 volte più alta che in Norvegia, anche se in entrambi i paesi il consumo di grassi era all'incirca lo stesso».
Milioni di persone sono state “ingannate” da uno studio decisamente fazioso.

Vendere la paura del colesterolo
L’ipercolesterolemia, era quasi sconosciuta 30 anni fa, ma nel giro di pochissimo tempo è salita al primo posto tra i timori per la propria salute di decine di milioni di persone in tutto il mondo.
Nel 1987 la Merck lancia la prima statina (un farmaco che abbassa il livello di colesterolo nel sangue): il Mevacor.
La cosa interessante è che questo farmaco era omologato non solo per livelli alti di colesterolo, ma anche per livelli bassi, cioè poteva essere prescritto anche a persone sane: un mercato potenzialmente sconfinato!
Si è speso più per i farmaci anticolesterolo che per ogni altro genere di medicinale con obbligo di ricetta medica.
Oggi i farmaci anticolesterolo generano introiti di oltre 25 miliardi di dollari all'anno per i loro produttori: la tedesca Bayer, l’anglo-svedese AstraZeneca e le americane Pfizer e Merck, tanto per citare le più potenti e ricche.

La creazione dei nuovi malati
Un comitato dell'Associazione Americana di cardiologia afferma che occorre controllare regolarmente la colesterolemia già nei bambini di cinque anni, anzi sarebbe bene che un medico verificasse se nei neonati sussistano rischi di malattie cardiache.
Non appena i bambini sono in grado di consumare cibi solidi, è bene dar loro alimenti poveri di colesterolo e far controllare la pressione sanguigna a partire dai 3 anni di età: parola di cardiologo!
Proprio l'associazione federale dei cardiologi tedeschi, insieme alle aziende Becel (margarina), Pfizer (statine) e Roche Diagnostics (strumenti per gli esami), organizzano regolarmente delle “iniziative per la salute”, il cui obiettivo è di convincere le persone a farsi misurare il tasso di colesterolo nel sangue. Il messaggio che si vuole far passare è che una colesterolemia elevata rappresenta «uno dei più frequenti fattori di rischio» per le malattie cardiocircolatorie, sapendo bene che tanti più esami del sangue vengono eseguiti dalla popolazione tanto maggiore sarà il numero di nuovi malati.

(…)

Infiammazioni e/o microlesioni arteriose
Cosa provoca le microlesioni e le infiammazioni alle arterie?

1) Il latte pastorizzato e omogeneizzato certamente rientra tra le sostanze più dannose per il nostro sistema circolatorio.
Da una parte il latte, come tutte le proteine animali, contribuisce all’acidificazione del terreno biologico che porta a sottrarre calcio dalle ossa (vedi osteoporosi), dall’altra i processi industriali che subisce per la commercializzazione lo rendono inadatto all’alimentazione umana.
Ma il colpo finale alla circolazione è dato dall’omogeneizzazione, che consiste in una centrifugazione del latte ad altissima velocità. Questa tecnica industriale frantuma i globuli di grasso (il tutto solo per evitare l’affioramento della panna) creando degli aggregati molecolari così minuti, che una volta ingeriti, possono provocare delle microlesioni all’interno delle arterie, oltre ad ammassarsi nell’apparato digerente, ostacolare la digestione e causare reflusso, obesità, allergie e stipsi.
La cicatrizzazione di queste microlesioni nelle arterie, permette al colesterolo “cattivo” (LDL) di fissarsi sulle pareti (placche ateromatose) e questa è una delle maggiori cause di arteriosclerosi e cardiopatie (ictus, infarto, ecc.).

2) Gli oli idrogenati, detti grassi “trans” sono tossici e aggrediscono le pareti arteriose provocando problemi seri alla salute: danneggiano tra l’altro il fegato, la milza, l’intestino, i reni e la cistifellea.
Sono presenti in quasi tutti i cibi industriali confezionati, per cui è necessario ricorrere agli alimenti biologici e/o biodinamici, che almeno sono più controllati e non hanno necessità, essendo buoni e vitali, di additivi, aromi e altre sostanze chimiche dannose e acidificanti.

3) Il cloro e i suoi derivati aggiunti all’acqua del rubinetto per disinfettarla sterilizzano anche il terreno biologico, cioè il nostro organismo, lesionando le arterie.
Il cloro è un gas velenoso e molto irritante che crea microlesioni e infiammazioni nelle arterie.
Un altro grosso problema dell’acqua potabile è il fluoro.
Ufficialmente i fluoruri sono considerati “contaminanti” dalla Environmental Protection Agency (l’Agenzia governativa statunitense per la protezione ambientale) e possono contenere sostanze tossiche come il piombo, berillio, mercurio, cadmio e arsenico.[1] Secondo il dottor Dean Burk del National Cancer Center: “il fluoruro causa ulteriori decessi per cancro e li provoca più velocemente di qualsiasi altra sostanza chimica”.[2]
Il fluoruro di sodio, utilizzato come veleno per topi[3], è contenuto nei dentifrici che troviamo nei supermercati, come prevenzione della carie!

(…)
Le statine
(…)
Gli effetti collaterali delle statine
(…)
Il falso problema del colesterolo
(…)
Cosa possiamo fare?
(…)

Tratto dalla dispensa "Siamo sempre più malati" di Marcello Pamio
avatar
viernes
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1498
Età : 42
Località : VA
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Mar 31 Mar 2009 - 1:26

La conosco l'opinione di Pamio e la condivido. Ogni tanto ci abbassano il livello di sicurezza e ci fanno malati per vendere le statine. Furbi. Nel frattempo si scordano di dire che secondo altre statistiche altrettanto valide a bassi livelli di colesterolo corrisponde una maggior incidenza di tumori... ma questa è un'altra storia.

Gli effetti avversi delle statine sono bruttini, mia mamma lamenta dolori articolari e muscolari ad esempio, sono epatotossiche e fanno salire le transaminasi, fanno pisciare proteine, ma il peggiore e il più sottovalutato è questo, riportato in una righina secca secca nel sito di farmacovigilanza http://www.farmacovigilanza.org/corsi/061130-02.asp e che qui riporto paro paro:

Inoltre, poiché le statine alterano la biosintesi del colesterolo e dei
composti ad esso correlati, i livelli ormonali potrebbero essere
alterati dal trattamento farmacologico.


Hai detto niente! Per abbassare le lipoproteine mi sconvolgo gli equilibri ormonali? Non ci penso nemmeno, magari mi spuntano le tette manico d'ombrello.

Uno dei composti strettamente correlati alla biosintesi del colesterolo tanto da esserne considerato un precursore è la vitamina D quindi alterare questo processo significa anche alterare i livelli di vitamina D con tutto quello che ne può derivare. Ammesso e non concesso che la teoria di Pamio sia in parte sbagliata e che il colesterolo alto sia veramente correlato alle cardiopatie, un ipocolesterolemizzante da pochi cent come il PPG che non altera direttamente la biosintesi dei colesteroli ma che, con processi abbastanza poco chiariti, la regola senza effetti avversi è tutta un'altra cosa.

Pochi la raccontano giusta e meno ancora sanno che sono tanti i colesteroli, non due soli, sono un'intera classe di lipoproteine distinte in due famiglie principali, LDL low density lipoprotein, lipoproteine a bassa densità, cattivissime e diaboliche Twisted Evil e HDL, high density lipoprotein, ad alta densità, buonissime pollice alto, dei veri angioletti. Il processo di biosintesi dei colesteroli investe una quarantina e più composti diversi tra enzimi e proteine varie. Nessuno spiega a cosa serve sto dannato colesterolo e perchè esiste se fa così male (il suo compito principale è trasportare in giro i grassi).

Malattie genetiche che alterano la biosintesi del colesterolo provocano la nascita di bambini gravemente malformati. Qualsiasi step del processo di biosinesi venga alterato da mutazioni genetiche produce nel nascituro disfunzioni e/o deformità diverse ma tutte serie. Nemmeno questo ci raccontano eppure mi pare importante no? Sapendo che si tratta di un processo così critico, prima di alterarlo con le statine ci penseremmo bene o no? Non rischiamo malformazioni perchè siamo adulti e formati ma le disfunzioni correlate si produrrebbero ugualmente almeno finchè dura la terapia. Ecco perchè tacciono, per vendere meglio (posso produrre le fonti a sostegno di quello che qui dico). Alzi la mano chi ha preso statine e si è sentito meglio.

Il primo consiglio che da il medico è di modificare la dieta per vedere se si tratta o no di problemi di alimentazione ma si legge in giro che la dieta incide non più del 5% sui valori. A meno che uno non si nutra solo di uova sode e lardo di maiale, fumi 60 sigarette e stia seduto tutto il giorno bevendo alcolici, se il totale è 300 mettendoti a dieta soffri la fame e scendi al massimo a 285 che è sempre troppo e giù il medico che pronostica ictus e infarti, ti terrorizza e ti da le statine minacciandoti col dito. Colesterolo genetico lo chiamano, non si abbassa nemmeno con la dieta sto bastardo! Per forza: il colesterolo ce lo fabbrichiamo da noi, la dieta non c'entra un tubo o quasi. Ma se ce lo facciamo da noi può farci così male? Siamo forse noi esseri umani un ramo secco dell'evoluzione destinato a estinguersi per biosintesi dannosa? Probabilmente ci estingueremo ma per altre ragioni.

Brava mara chè hai scoperto che per il PPG non importa andare a Cuba. smile applaude
Come al solito le alternative ci sono, si trovano ma nessuno ti dice come e dove. Se non le scopri da te nisba

Propongo di unificare il 3d del PPG a questo visto che l'argomento è identico, che ne pensate admin?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Mar 31 Mar 2009 - 22:40

Si ma bisogna vedere anche i costi!Mi informo!

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Gio 2 Apr 2009 - 19:46

Che sorpresa mi ha fatto il mio medico curante! sono andato da lui e mi ha detto che conosce il policosanol come estratto dalla cera di canna da zucchero Shocked . Ha confermato la terapia e l'efficacia del prodotto. Esiste anche in Italia e viene venduto a circa 12 euro per 30 compresse da 10 mg. La stessa quantità a Cuba l'ho pagata 1,20. Mi seguirà lui nella terapia. Forte il dutur!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Gio 16 Apr 2009 - 17:23

Ho iniziato ieri sera la somministrazione del ppg....tra 15 giorni rifaro' le analisi e vedremo se ha funzionato!
Per Sauro pollice alto

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Gio 16 Apr 2009 - 17:38

Ho fatto il prelievo oggi, la zanzarona mi ha preso il sangue. Appena ho i risultati inizio anch'io e si vede cosa succede... mi sento un po' topo da laboratorio Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Gio 16 Apr 2009 - 17:44

Io sono appena reduce dal fare da cavia con MMS! Laughing

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Gio 16 Apr 2009 - 18:39

mara ha scritto:Io sono appena reduce dal fare da cavia con MMS! Laughing

Ho letto il 3d... ma te, un po' topolina lo sei Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Gio 16 Apr 2009 - 22:37

Essere Topolina mi piace,Saurito! smile bacio

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Ven 24 Apr 2009 - 18:24

Ritirati gli esami

totale 273
HDL 33
LDL 188
trigliceridi 257 (azz!)

Sono magro fuori e grasso dentro testa al muro

Attacco col PPG da stasera.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Ven 24 Apr 2009 - 18:28

ahahahahah io lo sono dentro e fuori!
Da stasera ricomincio anche io col ppg...l'ho dovuto sospendere per via del virus! Crying or Very sad
Cosa dici faccio 15 da oggi o continuo da tre....cioè quelle che ho gia preso nei giorni scorsi?

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Ven 24 Apr 2009 - 18:57

ricomincia da capo, una tutte le sere a stomaco vuoto

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Ven 24 Apr 2009 - 23:08

ok! bacetto

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Gio 7 Mag 2009 - 13:47

Stasera ultima pillola di PPG.......poi faro i controlli e sapremo se funziona! risatona

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da zariolino il Mar 19 Mag 2009 - 14:22

ciao ragazzi io mi chiedevo a proposito di colesterolo se secondo voi è buono prendere degli integratori naturali che aiutano ad abbassare quello cattivo...me li ha consigliati un amico.. mi potete dare qualche consiglio?
ecco quali pensavo di prendere: Very Happy

zariolino
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Maschile
Numero di messaggi : 2
Età : 34
Località : San Marino
Data d'iscrizione : 17.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da minerva il Mar 19 Mag 2009 - 14:31

Per il colesterolo c'è il the Hao ling, pare sia validissimo. sunny
avatar
minerva
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 2498
Età : 55
Località : Emilia Romagna
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Mar 19 Mag 2009 - 14:47

The Hao Ling



Fitoterapia e colesterolo

Un'équipe di 24 medici, facenti
parte dell' A.R.M.A. *, ha osservato una riduzione notevole del tasso di
colesterolo e trigliceridi grazie all'assunzione del Thé Hao Ling.Sono state
scelte 1000 persone in quattro paesi europei: Belgio, Francia, Italia, Spagna;
il tasso medio era di 4,2g/L di colesterolo e di 2,8 g/L di trigliceridi.

Per 3 mesi, hanno assunto un
decotto di Thé Hao Ling reparato facendo bollire, per 5 minuti, 3-5 bustine in 1
litro d'acqua.

PAZIENTI TASSO DI COLESTEROLO TASSO DI TRIGLICERIDI CIRCONFERENZA PESO IN KG
Paziente n1 - Uomo di 48 anni
Prima del trattamento 3,4 g/L 3,6 g/L 108 62
Dopo un mese di trattamento 2,6 g/L 2,4 g/L 96 58
Paziente n2 - Uomo di 55 anni
Prima del trattamento 3,9 g/L 3,95 g/L 116 77
Dopo 1 mese di trattamento 1,9 g/L 1,05 g/L 96 73
Dopo 2 mesi di trattamento 1,35 g/L 1,05 g/L 93 67
Paziente n3 - Uomo di 44 anni
Prima del trattamento 3,5 g/L 3,5 g/L 125 84
Dopo 1 mese di trattamento 2,5 g/L 1,4 g/L 105 77
Dopo 2 mesi di trattamento 2,0 g/L 1,05 g/L 95 72
Paziente n4 - Donna di 48 anni
Prima del trattamento 3,2 g/L 2,9 g/L 105 77
Dopo 1 mese di trattamento 2,5 g/L 1,4 g/L 95 72
Dopo 2 mesi di trattamento 2,0 g/L 1,1 g/L 81 58


I medici deIl'A.R.M.A. hanno,
inoltre, constatato:



  • una perdita di peso ed una
    riduzione del girovita nell'85% dei casi;


  • un'attenuazione dei problemi
    digestivi con la scomparsa di stanchezza e sonnolenza nel 78% dei casi;


  • un netto
    miglioramento del transito intestinale;


  • un'azione calmante ed un
    miglioramento del sonno; una piacevole sensazione di benessere e di leggerezza.














* L'A.R.M.A. è una associazione
che raggruppa, in Europa, circa 200 medici di origine asiatica, con
specializzazioni in agopuntura, omeopatia e fitoterapia, guidati dal Dott. TRAN
Day-Sy.

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da XENA il Mar 19 Mag 2009 - 14:53

zariolino ha scritto:ciao ragazzi io mi chiedevo a proposito di colesterolo se secondo voi è buono prendere degli integratori naturali che aiutano ad abbassare quello cattivo...me li ha consigliati un amico.. mi potete dare qualche consiglio?
ecco quali pensavo di prendere: " Combattere Colesterolo"

Ciao Zariolino ,benvenuto Wink

se hai letto il regolamento sai che la pubblicità ai siti che vendono è vietata qui nell nostro forum ,
solo se approvata dall'amministrazione può essere postata,
è anche gradita ,ma non obbligatoria una piccola presentazione ,tanto per rompere il ghiaccio Wink

ciao

___________________________________________________
avatar
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Mar 19 Mag 2009 - 15:38

per il colesterolo ... Vitamina C

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Mar 19 Mag 2009 - 18:31

Ricky ha scritto:per il colesterolo ... Vitamina C

mmmm, io prendo la C 2 g giorno ma il colesterolo è 270... però quest'inverno nemmeno uno starnuto pollice alto

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da minerva il Mar 19 Mag 2009 - 19:41

Non si puo' avere tutto! Very Happy sunny
avatar
minerva
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 2498
Età : 55
Località : Emilia Romagna
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Mar 19 Mag 2009 - 21:43

Sauro ha scritto:
Ricky ha scritto:per il colesterolo ... Vitamina C

mmmm, io prendo la C 2 g giorno ma il colesterolo è 270... però quest'inverno nemmeno uno starnuto pollice alto
Confermo la vitC per il colesterolo non funziona.

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da lalba il Mar 19 Mag 2009 - 21:59

Sauro ha scritto:
Ricky ha scritto:per il colesterolo ... Vitamina C

mmmm, io prendo la C 2 g giorno ma il colesterolo è 270... però quest'inverno nemmeno uno starnuto pollice alto

idem! Wink
avatar
lalba
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 1013
Località : Forlì
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Mer 20 Mag 2009 - 10:17

Può darsi. Per mio suocero però ha funzionato . Certo lui mica ne prende 2 grammi , ne assume circa 25 / 30 al giorno

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Mer 20 Mag 2009 - 23:15

Tuo suocero aveva il colesterolo?Quando vedo tua moglie glielo chiedo se è vero! Laughing Laughing Laughing

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da ANTONIO55 il Gio 21 Mag 2009 - 9:30

Se fate gli esami del sangue senza aver sospeso per almeno una settimana la vitamina C e se il reagente chimico usato per le analisi ha come controindicazione l'uso dell'acido ascorbico o ascorbato di sodio, il valore del colesterolo può essere falsato (quasi sempre in alto).
Questo è uno dei motivi per cui la maggior parte delle persone che assumono la C hanno dei valori di colesterolo più alti di quelli che si aspetterebbero.
Per eliminare ogni dubbio basta sospendere la C scalandola pian piano e astenersi una settimana prima degli esami.
Senza C per una decina di giorni non succede assolutamente nulla. Very Happy
avatar
ANTONIO55
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 620
Età : 62
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Gio 21 Mag 2009 - 12:34

Perdinci Antonio cosa mi dici! e io che ho fatto gli esami pieno di C!!!
Allora il mio valore di 273 potrebbe essere falsato... testa al muro

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da mara il Gio 21 Mag 2009 - 12:59

il mio 280 invece è autentico...la C l'ho sospesa gia da un mesetto.
Domani ritiro gli esiti per il colesterolo dopo aver fatto il PPG,vedremo se ha funzionato!

mara
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 5443
Età : 45
Località : san mauro
Data d'iscrizione : 18.05.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da ANTONIO55 il Gio 21 Mag 2009 - 13:08

Nella maggior parte dei casi i reagenti che usano in laboratorio per le analisi sono basati sul metodo cromogeno-colorimetrico che viene falsato nei suoi valori da presenza nel sangue di Vitamina C sia sotto forma di acido ascorbico che ascorbato.
Anche basse concentrazioni alterano i valori.
Normalmente la vitamina C viene assunta anche per il suo potere antiossidante e il suo effetto è reale anche nei confronti del colesterolo.
Questo vuol dire che i tuoi valori assumendo C saranno sicuramente più bassi di quando non la assumevi, ma nel momento in cui fai le analisi nel sangue hai una certa quantita in moli che combinandosi con il reagente (di solito Infinity) altera i valori del colesterolo.
Lo stesso dicasi per i trigliceridi: provato di persona.
L'unico sistema per rilevare correttamente i valori del colesterolo è quello di sospendere l'assunzione della C per almeno una settimana.
Se le analisi sono basate su altri metodi può darsi che il valore sia corretto.
Comunque per togliersi il dubbio vale la pena di effettuare la doppia analisi con e senza vitamina C
avatar
ANTONIO55
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 620
Età : 62
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da XENA il Gio 21 Mag 2009 - 14:30

Allora il mio valore di 273 potrebbe essere falsato

ecco vedi ...non leggi tutto!!! Basketball



Antonio lo aveva spiegato mooolto bene medico prescrive tempo fà Very Happy

___________________________________________________
avatar
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Gio 21 Mag 2009 - 18:10

azz è vero... non è che non leggo, è l'alzeimer smile sveglia

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da santamarta il Ven 22 Mag 2009 - 1:36

antonio...ancora con la favola del metodo cromigeno..ti avevo gia' risposto a suo tempo che al max il problema riguarda il valore dei trigliceridi..nessuna interferenza col colesterolo. il valore del ldl e hdl non ha interferenze con gli antiossidanti perche' si tratta di lipoproteine totali (non distingue le frazioni di ldl ossidate, oggetto di un test specifico che viene fatto in pochi laboratori in italia (es.oxygenlab di brescia)). la vit c riduce il colesterolo ldl per le sue funzioni di disintossicazione epatica e perche' lega i sali biliari ricchi di ldl in sede intestinale. provato direttamente che aumenta la frazione hdl di colesterolo buono (passato da 32 a 52 n2l mio caso. sul sito vitaminacfoundation.com c'e' un articolo che parla della vit c come una "perfect statin", descrivendo per la c una azione analoga e senza effetti collaterali delle pericolose statine utlizzate come gold standard in caso di ldl elevate ed inefficacia della dieta

santamarta
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da ANTONIO55 il Ven 22 Mag 2009 - 9:25

Sarà come dici tu, ma sul campo la prova del nove sono le analisi prima e dopo la sospensione della C.
Io ho sperimentato su me stesso e ne ho tratto le mie conclusioni.
Se fosse vero che la C riduce sempre i valori del colesterolo è quanto meno difficile da capire come mai nonostante l'assunzione di grosse quantità di C, sostanze ortomolecolari ed un'alimentazione sana, molti lamentano un elevato valore di colesterolo.
Vediamo i nostri amici se avranno lo stesso risultato.
Dopodichè sarà un capitolo chiuso.
avatar
ANTONIO55
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 620
Età : 62
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da santamarta il Ven 22 Mag 2009 - 15:18

si antonio, sarebbe interessante vedere quanti dopo un'integrazione ortomolecolare completa hanno ancora le ldl elevate (oltre 250). attenzione perche' ci puo' essere influenza genetica od ormonale (tipica del post-menopausa). non basta, soggetti con ldl alterate ma con rapporto trigliceridi/hdl inferiore a 2 non hanno problemi perche' le ldl in questo caso sono del tipo meno pericoloso. vediamo ciao. a me premeva ribadire che la vit c non crea falsi test del colesterolo e che non serve fare le analisi in deficit plasmatico di ascorbato.

santamarta
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da lalba il Ven 22 Mag 2009 - 18:42

ANTONIO55 ha scritto:Se fate gli esami del sangue senza aver sospeso per almeno una settimana la vitamina C e se il reagente chimico usato per le analisi ha come controindicazione l'uso dell'acido ascorbico o ascorbato di sodio, il valore del colesterolo può essere falsato (quasi sempre in alto).
Questo è uno dei motivi per cui la maggior parte delle persone che assumono la C hanno dei valori di colesterolo più alti di quelli che si aspetterebbero.
Per eliminare ogni dubbio basta sospendere la C scalandola pian piano e astenersi una settimana prima degli esami.
Senza C per una decina di giorni non succede assolutamente nulla. Very Happy


grazie Antonio, non lo sapevo...terremo presente la prossima volta... Wink
avatar
lalba
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 1013
Località : Forlì
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da santamarta il Ven 22 Mag 2009 - 20:08

no lalba:
non è vero che il reagente del colesterolo ha come controindicazione l'uso dell'acido ascorbico, antonio si confonde con quello dei trigliceridi

santamarta
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da ANTONIO55 il Ven 22 Mag 2009 - 21:36

Oltre all'interferenza con i trigliceridi, sul foglietto per l'utilizzo delle strisce per la determinazione del colesterolo c'è scritto:

agenti riducenti come ad esempio Acido ascorbico, alle concentrazioni normali non interferiscono.
Se ne vengono ingerite quantità alte, si potrebbero ottenere valori bassi di colesterolo.
Il risultato è influenzato da livelli alti di steroidi, di trigliceridi e di birilubina.
Valori normali di ematocrito (più alto di 50% o più basso di 35) possono alterare la correttezza dei risultati.


Ora mi si dirà: dato che l'azione della vitamina C è anche quella di abbassare i tassi di colesterolo, è normale che dopo aver assunto per mesi o anni la C le analisi del sangue rivelino bassitassi di colesterolo.
Certamente... è quello che vogliamo.
Ma la mia ipotesi (suffragata da prove sul campo) era che l'ascorbato di sodio (e anche l'acido ascorbico) interferissero con il reagente al momento dell'analisi della goccia di sangue appena prelevata.
E' successo sia con i trigliceridi che con il colesterolo.
Il nostro corpo è un laboratorio chimico complesso e probabilmente non tutti reagiamo all'assunzione delle sostanze ortomolecolari nello stesso modo.
Ma se volete sperimentare di persona, compratevi un reflettometro anche voi e sperimentate come ho fatto io.
Oppure fate le analisi con o senza vitamina C.
avatar
ANTONIO55
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 620
Età : 62
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da santamarta il Sab 23 Mag 2009 - 1:57

ok antonio, ho trovato in rete dati che confermano la tua ipotesi, mi scuso con te, hai ragione i test colesterolo colorimetrici da farmacia sono effettivamente influenzati da assunzioni ortomolecolari di vit c

santamarta
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Sab 23 Mag 2009 - 11:34

ih ih ih ... antonio non sbaglia mai !!! Wink . Mio amico è ! pollice alto


Ultima modifica di Ricky il Sab 23 Mag 2009 - 13:04, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da VITA il Sab 23 Mag 2009 - 12:44

pollice alto
avatar
VITA
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 3481
Età : 56
Località : TREVISO
Data d'iscrizione : 31.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Dezeb il Sab 23 Mag 2009 - 23:09



"Per neutralizzare gli acidi, il corpo crea e spinge fuori riserve alcaline da ognidove può:
...
- Sintetizzare colestero per neutralizzarli (ora sai perchè così tante persone soffrono di problemi di colesterolo alto)

..."

Copyright 2003-2006 Michael Murray. Tutti i diritti riservati.


Ultima modifica di Dezeb il Sab 23 Mag 2009 - 23:32, modificato 1 volta
avatar
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1431
Età : 48
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da XENA il Sab 23 Mag 2009 - 23:14

santamarta ha scritto:ok antonio, ho trovato in rete dati che confermano la tua ipotesi, mi scuso con te, hai ragione i test colesterolo colorimetrici da farmacia sono effettivamente influenzati da assunzioni ortomolecolari di vit c

infatti Antonio aveva ben spiegato a suo tempo Wink pollice alto

___________________________________________________
avatar
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da GRINGO il Dom 24 Mag 2009 - 13:06

santamarta ha scritto:ok antonio, ho trovato in rete dati che confermano la tua ipotesi, mi scuso con te, hai ragione i test colesterolo colorimetrici da farmacia sono effettivamente influenzati da assunzioni ortomolecolari di vit c

da apprezzare e non poco, il contradditorio, la verifica e le scuse pubbliche, eccessive a mio dire perchè non si può conoscere sempre tutto, si parte da informazioni conosciute ma vanno sempre approfondite perchè l'ignoto è sempre subito dopo il noto... Wink

per antonio i miei soliti complimenti.

GRINGO
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 3130
Età : 44
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 13.01.08

http://leonisinasce.forumattivo.com/forum.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Ospite il Dom 24 Mag 2009 - 13:11

Giusto , ho apprezzato anche io le scuse pubbliche di santamarta . Segno di raffinata intelligenza .

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da XENA il Dom 24 Mag 2009 - 13:25

inbubbiamente due fuoriclasse pollice alto

___________________________________________________
avatar
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femminile
Numero di messaggi : 10982
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

http://salutenaturale.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da ANTONIO55 il Dom 24 Mag 2009 - 13:49

Anc'io reputo eccessive le scuse, anche se ormai formulate le accetto di buon grado. Very Happy
Capitolo chiuso. abbracciare


Dezeb ha scritto:

"Per neutralizzare gli acidi, il corpo crea e spinge fuori riserve alcaline da ogni dove può:
...

Aggiungerei al quote di Dezeb che così si intravede l'azione di tamponamento da parte dell'organismo a scapito soprattutto dell'osteoporosi.
E per ovviare a tale situazione più che assumere direttamente calcio che non entra nella cellula (neanche con l'aiuto della calcitonina), è consigliato di assumere silicio, magnesio e potassio.
avatar
ANTONIO55
forista esperto
forista esperto

Maschile
Numero di messaggi : 620
Età : 62
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da lalba il Dom 24 Mag 2009 - 15:46

...ho apprezzato molto...2 persone di alto livello!
onde evitare problemi, alle prossime analisi niente C! poi vi saprò dire...grazie a entrambi... grandi! pollice alto
avatar
lalba
Utente Senior
Utente Senior

Femminile
Numero di messaggi : 1013
Località : Forlì
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Dezeb il Lun 25 Mag 2009 - 21:07

ANTONIO55 ha scritto:

\


Aggiungerei al quote di Dezeb che così si intravede l'azione di tamponamento da parte dell'organismo a scapito soprattutto dell'osteoporosi.
E per ovviare a tale situazione più che assumere direttamente calcio che non entra nella cellula (neanche con l'aiuto della calcitonina), è consigliato di assumere silicio, magnesio e potassio.
ovviamente sottoscrivo antonio.
almeno a quanto ne so e letto, ovvero del bilanciare il calcio mancante nell'osteoporosi; sapevo tuttavia che bastava solo il magnesio.
avatar
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschile
Numero di messaggi : 1431
Età : 48
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: COLESTEROLO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum