qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi

Andare in basso

qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi Empty qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi

Messaggio Da grazia il Gio 29 Mag 2008 - 16:00

Domanda del signor F., 47 anni







Un
anno fa mi è stato diagnosticato un cancro ai polmoni non operabile.
Dopo una chemioterapia ben sopportata, ho trascorso sei mesi
tranquilli. Oggi il mio oncologo mi dice che il cancro si è fatto di
nuovo attivo e che desidera iniziare una nuova chemioterapia fra due
settimane.




Da parecchio tempo sono affascinato dalla medicina
asiatica. Navigando in Internet sono stato colpito da un interessante
fungo medicinale : il fungo Reishi. Posso assumerlo durante la
chemioterapia ?







Risposta della Linea cancr










Informazioni generali sul fungo









Reishi
è il nome giapponese del fungo Ganoderma lucidum; i cinesi parlano di
Ling Zhi, che alla lettera significa „il fungo divino
dell’immortalità“.




Il Ling Zhi è coltivato in Cina da più di 2000 anni
e nella regione orientale dell’Asia è l’incontestato numero 1 tra i
funghi medicinali.




In Europa cresce spontaneo soprattutto su faggi e querce.

qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi Clear
qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi Clear
qualcuno ne ha avuto esperienza diretta? Reishi Reishi4_02

il fungo Ling Zhi








Assunzione







A
causa della consistenza molto dura del suo corpo fruttifero, il Ling
Zhi non è adatto ad essere consumato come fungo da tavola. Nei negozi
di alimentari asiatici è in vendita secco, a pezzi, macinato o in
polvere. Si distinguono inoltre i prodotti ricavati dal corpo
fruttifero, dalle lamelle o dalle spore. Nell’antica Cina, la polvere
delle spore del Ling Zhi valeva più dell’oro ed era privilegio dei
regnanti. Ai giorni nostri il Ling Zhi è coltivato e per questo è
diventato accessibile a tutti.




Il Ling Zhi può essere assunto come tè o aggiunto in polvere a minestre o ad altre pietanze.







Proprietà







Le
proprietà benefiche del Ling Zhi sono ben osservabili nel caso di
malattie che toccano in modo particolare le persone anziane: difficoltà
cardiache e circolatorie (trombosi), bronchite cronica, diabete e altre
malattie strettamente connesse ad un indebolimento del sistema
immunitario.




La ricerca odierna ha scoperto 150 composti chimici nel fungo Ling Zhi, fra cui diversi polisaccaridi, aminoacidi e vitamine.




Effetto secondario indesiderato: l’assunzione del
fungo può produrre, all’inizio, un leggero effetto lassativo. In questo
caso si consiglia di introdurre per un breve periodo di tempo qualche
cambiamento nell’alimentazione generale (meno frutta, più cereali).







Effetti in connessione con una malattia tumorale







Il
dottore giapponese Fukumi Morishige del Linus Pauling Institut (USA) ha
fra l’altro studiato l’effetto dei componenti chimici del fungo sulle
cellule cancerose.






Risultato della sua ricerca: l’assunzione di Ling
Zhi può avere un influsso favorevole su malattie che vanno di pari
passo con uno stato immunitario ridotto. Il fungo agisce positivamente
sulle persone che soffrono di una malattia tumorale avanzata; può
inoltre alleviare almeno in parte gli effetti secondari indesiderati
della chemioterapia o della radioterapia.







Conclusione e risposta alla domanda del signor F.







Il Ling Zhi ha molte buone proprietà, che possono aiutarla nella fase attuale della sua malattia.




Durante la chemioterapia è importante bere molto.
La bevanda prescelta può essere un tè di Ling Zhi, un tè di menta o
semplicemente dell’acqua; tanto meglio, se ciò che si beve soddisfa il
proprio palato !







Attenzione !







Molti rimedi e alimenti asiatici sono oggi venduti su Internet. Il controllo di questi prodotti è assai difficile.




Il nostro personale parere al riguardo : nel nostro
paese, il dottore che esercita l’arte medica cinese compone una miscela
di tè adatta alla malattia di ogni paziente e collabora con farmacie
che rispondono ai nostri standard. Per questo le consigliamo di farsi
comporre da uno specialista la miscela adatta al suo caso e di farsi
spiegare come vada preparata la bevanda.




Troverà altri preziosi suggerimenti sui rapporti
tra malattie tumorali e metodi complementari nell’opuscolo gratuito
della Lega contro il cancro dal titolo « Parallèles? Complémentaires? Risques et bénéfices des méthodes non verifiées en oncologie ? »
grazia
grazia
Utente Senior
Utente Senior

Numero di messaggi : 2515
Data d'iscrizione : 28.03.08

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum