La Madonna di Loreto e la casa di Gesu' bambino

Andare in basso

La Madonna di Loreto e la casa di Gesu' bambino Empty La Madonna di Loreto e la casa di Gesu' bambino

Messaggio Da . il Lun 31 Mar 2008 - 4:07

La Storia del Santuario inizia nel sec. XIII (10 dicembre 1294) con l'arrivo della casa abitata dalla famiglia della Vergine Maria a Nazaret.

Questa preziosa reliquia fu portata in Italia dopo la caduta del regno dei crociati in Terra Santa.

Gli studi recenti delle pietre e dei graffiti e di altri documenti, purificando la tradizione da elementi leggendari, confermano e attestano l'autenticità della Santa Casa.

Il santuario di Loreto è stato per secoli ed è ancora oggi uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più importanti del mondo cattolico.
E' stato visitato da circa 200 santi e beati, e da numerosi Papi.

La S. Casa, nel suo nucleo originario, è costituita da sole tre pareti, perché la parte dove sorge l'altare dava, a Nazaret, sulla bocca della Grotta e, quindi, non esisteva come muro. Delle tre pareti originarie le sezioni inferiori, per quasi tre metri di altezza, sono costituite prevalentemente da filari di pietre, per lo più arenarie, rintracciabili a Nazaret, e le sezioni superiori aggiunte successivamente e, quindi spurie, sono in mattoni locali, gli unici materiali edilizi usati nella zona.

Alcune pietre risultano rifinite esternamente con tecnica che richiama quella dei nabatei, diffusa in Palestina e anche in Galilea fino ai tempi di Gesù. Vi sono stati individuati una sessantina di graffiti, molti dei quali giudicati dagli esperti riferibili a quelli giudeo-cristiani di epoca remota, esistenti in Terra Santa, compresa Nazaret. Le sezioni superiori delle pareti, di minor valore storico e devozionale, nel secolo XIV furono coperte da dipinti a fresco, mentre le sottostanti sezioni in pietra furono lasciate a vista, esposte alla venerazione dei fedeli.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

La Madonna di Loreto e la casa di Gesu' bambino Empty Re: La Madonna di Loreto e la casa di Gesu' bambino

Messaggio Da . il Lun 31 Mar 2008 - 4:16

La Santa Casa

Il Crocifisso dipinto su legno, sopra la cosiddetta finestra dell'Angelo, assegnato alla fine del sec. XIII, secondo alcuni è di cultura spoletina e secondo altri rivelerebbe segni della maniera di Giunta Pisano. La Statua della Madonna, scolpita su legno di un cedro del Libano dei Giardini Vaticani, sostituisce quella del sec. XIV, andata distrutta in un incendio scoppiato in S. Casa nel 1921. È stata fatta scolpire da Pio XI che nel 1922 la incoronò in Vaticano e la fece trasportare solennemente a Loreto. Fu modellata da Enrico Quattrini ed eseguita e dipinta da Leopoldo Celani. Fin dal secolo XVI è rivestita di un manto, detto "dalmatica".
Il rivestimento è costituito da un basamento con ornamentazioni geometriche, da cui si diparte un ordine di colonne striate a due sezioni, con capitelli corinzi che sostengono un cornicione aggettante. La balaustra è stata aggiunta da Antonio da Sangallo (1533-34) con lo scopo di nascondere la goffa volta a botte della S. Casa e di circoscrivere con elegante riquadratura tutto il mirabile recinto marmoreo.
Archivio Storico


L’Archivio Storico conserva la documentazione della” Santa Casa”, un istituto singolare sotto il profilo giuridico e importante per il suo valore religioso, storico, artistico ed economico. I primi documenti in pergamena risalgono alla prima metà del ‘400 e ne formano il fondo più antico. Le serie complete manoscritte iniziano al principio del ‘500 e riguardano il governo e l’amministrazione economica della Santa Casa, il governo e i tribunali della città di Loreto. Ricca e particolareggiata è la documentazione contabile, composta di numerosi e vari registri, in particolare i Libri Giornali e i Libri Mastri con i relativi libri sussidiari, che dal 1511 registrano i compensi percepiti dai vari artisti per i lavori realizzati nel Santuario lungo i secoli, inoltre i Registri dei doni e gli Inventari, che annotano i votivi lasciati dai fedeli e la varie opere d’arte esistenti. I registri della contabilità venivano rilegati quasi annualmente dai librai residenti a Loreto, e costituiscono tuttora magnifici esemplari per la storia della legatoria.

La consultazione dei documenti è aperta agli studiosi tutti i giorni feriali, da lunedì a venerdì (9.00-13.00), su prenotazione

Tel. 071-9747160
Fax 071-9747191

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La tradizione lauretana, relativa al trasporto della Casa di Maria per mano degli angeli da Nazaret nell'antica Illiria (1291) e di qui nell'antico territorio di Recanati (1294), appariva quanto mai suggestiva per la scelta della Madonna di Loreto quale patrona dei viaggiatori in aereo.

Poeti e pittori già nei secoli XVII e XVIII avevano rievocato quel trasporto prodigioso con accenti fantasiosi, immaginando il volo della casa nazaretana come un moderno aviogetto.

La richiesta di proclamare la Madonna di Loreto Patrona degli aeronauti venne favorevolmente accolta da Papa Benedetto XV che emise il relativo Decreto il 24 marzo 1920, vigilia dell'Annunciazione del Signore.

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum