Letture del giorno

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Dezeb il Ven 25 Gen 2008 - 21:07

Shantiwoman ha scritto:ok ! ora ho capito!
concordo in parte pero'! ma se vuoi apriamo una discussione negli ot, cosi' approfondiamo l'argomento se ti va!

dico per mia natura, comunque, grazie.

Intanto leggo i brani esplicativi in cui c'è quello che il Signore ha fatto.
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 51
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 26 Gennaio 2008 Lc 22,24-30

Messaggio Da Enzo il Sab 26 Gen 2008 - 11:23

In quel tempo, sorse una discussione tra i discepoli: chi di loro poteva esser considerato il più grande. Gesù allora disse: "I re delle nazioni le governano, e coloro che hanno il potere su di esse si fanno chiamare benefattori. Per voi però non sia così; ma chi è il più grande tra voi diventi come il più piccolo e chi governa come colui che serve. Infatti chi è più grande, chi sta a tavola o chi serve? Non è forse colui che sta a tavola? Eppure io sto in mezzo a voi come colui che serve. Voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove; e io preparo per voi un regno, come il Padre l'ha preparato per me, perché possiate mangiare e bere alla mia mensa nel mio regno e siederete in trono a giudicare le dodici tribù di Israele".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Commento Lc 22,24-30

Messaggio Da Enzo il Sab 26 Gen 2008 - 11:34

Colgo l'occasione per spendere due parole circa "Il Giudizio". A questo termine è spesso abbinata l'idea di un Giudice spietato, di un tribunale iniquo, di noi accusati, degli accusatori, e nessuno che ci difenda. In pratica tutto ciò è molto negativo; forse pensiamo a ciò che accade in un tribunale terrestre, sovente non giusto, che terrorizza un po' tutti. Già per gli ebrei, e poi anche per i cristiani, il Giudizio di Dio è invece una cosa positiva, perché Dio svolge una delle sue funzioni "proprie": portare alla luce la verità delle cose, non solo i fatti accaduti, ma anche la verità che si cela dentro il nostro cuore. Per questo, il Giudizio acquisisce un valore positivo, perché non è ingiusto, ma rende giustizia a noi.
Non dobbiamo temere il giudizio perché se il nostro cuore non ci rimprovera nulla, così farà anche Dio. Ma se per il momento siamo nell'angoscia per qualche malefatta, andiamo di corsa a riconciliarci con Dio e con i fratelli, attraverso la confessione, per pacificare il nostro cuore e vivere nella pace con noi, con i fratelli e con Dio.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 26 Gennaio Santi Timoteo e Tito

Messaggio Da Enzo il Sab 26 Gen 2008 - 11:57

Timoteo è l'immagine del discepolo esemplare: obbediente, discreto, fattivo, coraggioso. Per queste doti Paolo lo volle compagno d'apostolato, al posto di Giovanni Marco, già nell'autunno del 50, durante il secondo viaggio missionario. Nato a Listri, dove Paolo lo incontrò durante il primo viaggio e fu tra i primi a convertirsi al vangelo, Timoteo era stato educato nella religione ebraica all'amore delle sacre Scritture dalla nonna Loide e dalla madre Eunice. Da questo momento la sua vita corse sul binario paolino.
Timoteo era in compagnia di Paolo a Filippi e a Tessalonica. Li ritroviamo insieme ad Atene, a Corinto, a Efeso, e infine a Roma durante la prima prigionia di Paolo. Timoteo, infaticabile "commesso viaggiatore" dell'Apostolo delle genti, tenne i contatti tra Paolo e le giovani comunità cristiane da lui fondate. Sovente ne recapitava le lettere e gli riferiva le notizie riguardanti le stesse comunità.
Timoteo era a capo della Chiesa di Efeso. Da Roma, Paolo gli scrisse una seconda lettera con l'invito di recarsi presto da lui, prima dell'inverno. Commovente è la preghiera del vecchio apostolo al "figlio" Timoteo, di portargli un mantello di lana per ripararsi dal freddo del carcere romano. Timoteo fu presente al martirio di Paolo, poi tornò definitivamente alla sede di Efeso, dove, secondo una tardiva tradizione, morì martire nel 97.

Il secondo fedele collaboratore di Paolo, S. Tito, proviene dal paganesimo. Convertito e battezzato dallo stesso Apostolo, che lo chiama "figlio mio", era già in compagnia di Paolo nel 49, a Gerusalemme. Compì con lui il terzo viaggio missionario. Fu Tito a recapitare la "lettera delle lacrime" di Paolo ai fedeli di Corinto, presso i quali ristabilì l'armonia e organizzò la colletta da inviare ai poveri di Gerusalemme.
Un'antica tradizione, storicamente non accertata, riferisce che Tito sarebbe morto a Creta, in età molto avanzata.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 27 Gennaio Mt 4, 12-23

Messaggio Da Enzo il Lun 28 Gen 2008 - 1:11

Gesù, avendo saputo che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea e, lasciata Nazaret, venne ad abitare a Cafarnao, presso il mare, nel territorio di Zabulon e di Neftali, perché si adempisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia: "Il paese di Zabulon e il paese di Neftali, sulla via del mare, al di là del Giordano, Galilea delle genti; il popolo immerso nelle tenebre ha visto una grande luce; su quelli che dimoravano in terra e ombra di morte una luce si è levata". Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: "Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino". Mentre camminava lungo il mare di Galilea vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano la rete in mare, poiché erano pescatori. E disse loro: "Seguitemi, vi farò pescatori di uomini". Ed essi subito, lasciate le reti, lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo di Zebedeo e Giovanni suo fratello, che nella barca insieme con Zebedeo, loro padre, riassettavano le reti; e li chiamò. Ed essi subito, lasciata la barca e il padre, lo seguirono. Gesù andava attorno per tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe e predicando la buona novella del Regno e curando ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 28 Gennaio Mc 3,22-30

Messaggio Da Enzo il Lun 28 Gen 2008 - 1:14

In quel tempo, gli scribi, che erano discesi da Gerusalemme, dicevano: "Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del principe dei demòni". Ma egli, chiamatili, diceva loro in parabole: "Come può satana scacciare satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non può reggersi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non può reggersi. Alla stessa maniera, se satana si ribella contro se stesso ed è diviso, non può resistere, ma sta per finire. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire le sue cose se prima non avrà legato quell’uomo forte; allora ne saccheggerà la casa. In verità vi dico: tutti i peccati saranno perdonati ai figli degli uomini e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non avrà perdono in eterno: sarà reo di colpa eterna". Poiché dicevano: "È posseduto da uno spirito immondo".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 28 Gennaio San Tommaso d'Aquino

Messaggio Da Enzo il Lun 28 Gen 2008 - 1:19

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da oxygen il Mar 29 Gen 2008 - 1:14

Forse la più grande mente di tutti i tempi. Eppur ad un certo punto smise di scrivere su Dio ordinando al segretario di bruciare tutto perchè "era come paglia". Fortunatamente il buon fra' Reginaldo non lo fece...
oxygen
oxygen
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 123
Località : Lazio
Data d'iscrizione : 29.12.07

http://athensquare.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Febbraio Lc 2,22-40

Messaggio Da Enzo il Sab 2 Feb 2008 - 14:54

Quando venne il tempo della loro purificazione secondo la Legge di Mosè, (Maria e Giuseppe) portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella Legge del Signore: "Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore"; e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o di giovani colombi, come prescrive la Legge del Signore.
Ora a Gerusalemme c'era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto d'Israele; lo Spirito Santo che era sopra di lui, gli aveva preannunziato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Messia del Signore. Mosso dunque dallo Spirito, si recò al tempio; e mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per adempiere la Legge, lo prese tra le braccia e benedisse Dio: "Ora lascia, o Signore, che il tuo servo vada in pace secondo la tua parola; perché i miei occhi han visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli, luce per illuminare le genti e gloria del tuo popolo Israele".
Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima".
C'era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto col marito sette anni dal tempo in cui era ragazza, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme.
Quando ebbero tutto compiuto secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nazaret. Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era sopra di lui.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Febbraio Presentazione del Signore

Messaggio Da Enzo il Sab 2 Feb 2008 - 14:55

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Febbraio Presentazione del Signore

Messaggio Da Enzo il Sab 2 Feb 2008 - 15:00

Dai «Discorsi» di san Sofronio, vescovo.
Noi tutti che celebriamo e veneriamo con intima partecipazione il mistero dell’incontro del Signore, corriamo e muoviamoci insieme in fervore di spirito incontro a lui. Nessuno se ne sottragga, nessuno si rifiuti di portare la sua fiaccola. Accresciamo anzi lo splendore dei ceri per significare il divino fulgore di lui che si sta avvicinando e grazie al quale ogni cosa risplende, dopo che l’abbondanza della luce eterna ha dissipato le tenebre della caligine. Ma le nostre lampade esprimano soprattutto la luminosità dell’anima, con la quale dobbiamo andare incontro a Cristo. Come infatti la madre di Dio e Vergine intatta portò sulle braccia la vera luce e si avvicinò a coloro che giacevano nelle tenebre, così anche noi, illuminati dal suo chiarore e stringendo tra le mani la luce che risplende dinanzi a tutti, dobbiamo affrettarci verso colui che è la vera luce.
La luce venne nel mondo (cfr. Gv 1,9) e, dissipate le tenebre che lo avvolgevano, lo illuminò. Ci visitò colui che sorge dall’alto (cfr. Lc 1,7) e rifulse a quanti giacevano nelle tenebre. Per questo anche noi dobbiamo ora camminare stringendo le fiaccole e correre portando le luci. Così indicheremo che a noi rifulse la luce, e rappresenteremo lo splendore divino di cui siamo messaggeri. Per questo corriamo tutti incontro a Dio. Ecco il significato del mistero odierno. La luce vera che illumina ogni uomo che viene in questo mondo (cfr. Gv 1,9) è venuta. Tutti dunque, fratelli, siamone illuminati, tutti brilliamo. Nessuno resti escluso da questo splendore, nessuno si ostini a rimanere immerso nel buio. Ma avanziamo tutti raggianti e illuminati verso di lui. Riceviamo esultanti nell’animo, col vecchio Simeone, la luce sfolgorante ed eterna. Innalziamo canti di ringraziamento al Padre della luce, che mandò la luce vera, e dissipò ogni tenebra, e rese noi tutti luminosi. La salvezza di Dio, infatti, preparata dinanzi a tutti i popoli e manifestata a gloria di noi, nuovo Israele, grazie a lui, la vedemmo anche noi e subito fummo liberati dall’antica e tenebrosa colpa, appunto come Simeone, veduto il Cristo, fu sciolto dai legami della vita presente. Anche noi, abbracciando con la fede il Cristo che viene da Betlemme, divenimmo da pagani popolo di Dio. Egli, infatti, è la salvezza di Dio Padre. Vedemmo con gli occhi il Dio fatto carne. E proprio per aver visto il Dio presente fra noi ed averlo accolto con le braccia dello spirito, ci chiamiamo nuovo Israele. Noi onoriamo questa presenza nelle celebrazioni anniversarie, né sarà ormai possibile dimenticarcene.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 5 Febbraio Mt 10, 28-33

Messaggio Da Enzo il Mar 5 Feb 2008 - 13:35

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire e l'anima e il corpo nella Geenna. Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure neanche uno di essi cadrà a terra senza che il Padre vostro lo voglia. Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati; non abbiate dunque timore: voi valete più di molti passeri! Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 5 Febbraio Sant'Agata

Messaggio Da Enzo il Mar 5 Feb 2008 - 13:42

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Nacque nei primi decenni del III secolo a Catania in una ricca e nobile famiglia di fede cristiana. Verso i 15 anni volle consacrarsi a Dio. Il vescovo di Catania accolse la sua richiesta e le impose il velo rosso portato dalle vergini consacrate. Il proconsole di Catania Quinziano, ebbe l'occasione di vederla, se ne invaghì, e in forza dell'editto di persecuzione dell'imperatore Decio, l'accusò di vilipendio della religione di Stato, quindi ordinò che la catturassero e la conducessero al Palazzo pretorio. I tentativi di seduzione da parte del proconsole non ebbero alcun risultato. Furioso, il proconsole imbastì un processo contro di lei. Interrogata e torturata Agata resisteva nella sua fede. Quinziano al colmo del furore le fece anche strappare o tagliare i seni con enormi tenaglie. Ma la giovane, dopo una visione fu guarita. Fu ordinato allora che venisse bruciata. Ma un forte terremoto scuote Catania, allora il proconsole fece togliere Agata dalla brace e la fece riportare agonizzante in cella, dove muore qualche ora dopo. È il 251.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 7 Febbraio 2008 Lc 9, 22-25

Messaggio Da Enzo il Ven 8 Feb 2008 - 1:47

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Il Figlio dell'uomo deve soffrire molto, essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, esser messo a morte e risorgere il terzo giorno". E a tutti, diceva: "Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per me, la salverà. Che giova all'uomo guadagnare il mondo intero, se poi si perde o rovina se stesso?".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 8 Febbraio 2008 Mt 9, 14-15

Messaggio Da Enzo il Ven 8 Feb 2008 - 1:50

In quel tempo, i discepoli di Giovanni si accostarono a Gesù e gli dissero: "Perché, mentre noi e i farisei digiuniamo, i tuoi discepoli non digiunano?". E Gesù disse loro: "Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto mentre lo sposo è con loro? Verranno però i giorni quando lo sposo sarà loro tolto e allora digiuneranno".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Commento Mt 9, 14-15

Messaggio Da Enzo il Ven 8 Feb 2008 - 1:55

L'uomo è sempre pronto a puntare il dito su quello che fanno e non fanno gli altri, ma spesso perde di vista quello che è importante per la sua vita: non sa più il perché delle cose, il motivo del fare le cose.
Il Cardinal Biffi, era solito fare una battuta in tal senso: "Non è vero che gli uomini stanno smarrendo il senso del peccato, anzi, è aumentato; solo però è aumentato il senso del peccato degli altri".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 10 Febbraio Mt 4, 1-11

Messaggio Da Enzo il Dom 10 Feb 2008 - 20:33

In quel tempo, Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: "Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane". Ma egli rispose: "Sta scritto: Non di solo pane vivrà l'uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio". Allora il diavolo lo condusse con sé nella città santa, lo depose sul pinnacolo del tempio e gli disse: "Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto: Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo, ed essi ti sorreggeranno con le loro mani, perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede". Gesù gli rispose: "Sta scritto anche: Non tentare il Signore Dio tuo". Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: "Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai". Ma Gesù gli rispose: "Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto". Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servirono.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 10 Febbraio Mt 4, 1-11

Messaggio Da Enzo il Dom 10 Feb 2008 - 20:34

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 10 Febbraio 2008 Le tentazioni

Messaggio Da Enzo il Dom 10 Feb 2008 - 20:36

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Dezeb il Mer 13 Feb 2008 - 16:55

Enzo ha scritto:[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

questa immagine di quale pittura, quadro, fa parte?

Grazie.
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 51
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Dom 17 Feb 2008 - 12:44

Scusa Dezeb se non ti ho risposto prima, ma non so di quale quadro faccia parte, l'ho presa dal sito [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 17 Febbraio Mt 17, 1-9

Messaggio Da Enzo il Dom 17 Feb 2008 - 12:47

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro; il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui. Pietro prese allora la parola e disse a Gesù: "Signore, è bello per noi restare qui; se vuoi, farò qui tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia". Egli stava ancora parlando quando una nuvola luminosa li avvolse con la sua ombra. Ed ecco una voce che diceva: "Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo". All'udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò e, toccatili, disse: "Alzatevi e non temete". Sollevando gli occhi non videro più nessuno, se non Gesù solo. E mentre discendevano dal monte, Gesù ordinò loro: "Non parlate a nessuno di questa visione, finché il Figlio dell'uomo non sia risorto dai morti".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Commento Mt 17,1-9

Messaggio Da Enzo il Dom 17 Feb 2008 - 13:00

La parola di Gesù oggi è una parola di speranza, di ripresa. Letteralmente dal greco Gesù dice agli Apostoli che erano caduti a terra è: "Smettete di temere". Dalla fine del discorso capiamo anche per cosa l'uomo deve smettere di temere: Gesù parla della propria resurrezione. Non dice di non temere il giudizio di Dio, cioè la presenza di Colui che ci ha creati, ma di smettere di avere quella paura che paralizza l'uomo alla condizione di animale: se la nostra vita fosse solo su questa terra, sarebbe veramente poca cosa, e specialmente insignificante da vivere; l'uomo porta dentro di sè il desiderio di infinito, il desiderio che le sue opere non debbano terminare. Gesù con queste parole, ci dice proprio questo: non abbiate paura, non morirete, ma sarete resuscitati con me.
Ma gli Apostoli non avevano il concetto di resurrezione, non sapevano di cosa stesse parlando Gesù; la trasfigurazione è proprio l'anticipazione di questa gloria che inizia ora e si completerà con la resurrezione della carne. Non si parla qui dell'immortalità dell'anima, come molti intendono oggi, ma della resurrezione del corpo, come Gesù, cosa che tutte le domeniche i cristiani recitano nel "Credo" purtroppo senza rifletterci molto. Gesù con la sua resurrezione, spiega agli Apostoli la nostra condizione futura. Gesù non vuole schiacciare l'uomo, ma lo vuole rialzare a sè, per portarlo nella gloria eterna.


Ultima modifica di il Dom 17 Feb 2008 - 15:27, modificato 1 volta

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Mt 17, 1-9 la Trasfigurazione

Messaggio Da Enzo il Dom 17 Feb 2008 - 13:02


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da blek11 il Dom 17 Feb 2008 - 13:34

La parola di Gesù oggi è una parola di speranza, di ripresa. Letteralmente dal graco Gesù dice agli Apostoli che erano caduti a terra è: "Smettete di temere".
Sono parole che arrivano direttamente al cuore... e sembrano non venire per caso... :)
blek11
blek11
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 1344
Età : 51
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Dezeb il Dom 17 Feb 2008 - 23:22

Enzo ha scritto:Scusa Dezeb se non ti ho risposto prima, ma non so di quale quadro faccia parte, l'ho presa dal sito [url=http://www.maranatha.it
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Fa nulla.
Grazie lo stesso.
Dezeb
Dezeb
Utente Senior
Utente Senior

Maschio
Numero di messaggi : 1431
Età : 51
Località : N
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 18 Febbraio Lc 6, 36-38

Messaggio Da Enzo il Lun 18 Feb 2008 - 2:17

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 21 Febbraio Lc 16, 19-31

Messaggio Da Enzo il Gio 21 Feb 2008 - 23:05

In quel tempo, Gesù disse ai farisei: "C'era un uomo ricco, che vestiva di porpora e di bisso e tutti i giorni banchettava lautamente. Un mendicante, di nome Lazzaro, giaceva alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi di quello che cadeva dalla mensa del ricco. Perfino i cani venivano a leccare le sue piaghe. Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando nell'inferno tra i tormenti, levò gli occhi e vide di lontano Abramo e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell'acqua la punta del dito e bagnarmi la lingua, perché questa fiamma mi tortura. Ma Abramo rispose: Figlio, ricordati che hai ricevuto i tuoi beni durante la vita e Lazzaro parimenti i suoi mali; ora invece lui è consolato e tu sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stabilito un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi non possono, né di costì si può attraversare fino a noi. E quegli replicò: Allora, padre, ti prego di mandarlo a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca, perché non vengano anch'essi in questo luogo di tormento. Ma Abramo rispose: Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro. E lui: No, padre Abramo, ma se qualcuno dai morti andrà da loro, si ravvederanno. Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i Profeti, neanche se uno risuscitasse dai morti sarebbero persuasi".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da . il Lun 25 Feb 2008 - 3:00

Il vangelo di oggi era proprio tanto bello: la samaritana e Gesu'....
Quella samaritana che aveva avuto 5 uomini e che dice a Gesu': "io non ho marito!"(pur convivendo in quel momento con un uomo!)
e Gesu' che fa'??
Mica la condanna o la giudica, cerca il pelo nell'uovo pur di elogiarla e le dice:"hai detto la verita'!"
Ma quanto ci ama Gesu' da guardare non tutto il brutto o gli errori fatti ma quel po' di bello che c'e' in noi!!
A me arriva come la madre che sa le mancanze del figlio, ma ne apprezza sempre e comunque le qualita' o la piccola qualita'.....che non riesce a condannare a priori!
mi da un segno di tanta tanta speranza ed AMORE, mi sento davvero figlia di DIo!

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Efiba il Lun 25 Feb 2008 - 12:49

E' una pagina stupenda che si ricollega all'episodio dell'adultera che Gesu' salva dalla lapidazione.Nessuno ha avuto il coraggio di scagliare la "prima pietra",nessuno si e' sentito mondo dal peccato.Ma l'immagine piu' bella e' quando Gesu' aiuta la donna ad alzarsi e le dice:" vedi qunque donna,nessuno ti ha condannata,nemmeno io ti condanno.Va' e non peccare piu'."
E' l'infinita Misericordia di Dio la nostra speranza.
Efiba
Efiba
Esperto del Forum
Esperto del Forum

Femmina
Numero di messaggi : 179
Località : genova
Data d'iscrizione : 01.01.08

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da . il Lun 25 Feb 2008 - 12:59

Si e anche il fatto che Gesu' le abbia detto:"hai molto amato!!!" Lui vede sempre il nostro buono e non è mai pronto a scacciarci ma ad accoglierci....e a vedere il nostro buono e nel profondo del nostro cuore!

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 28 Febbraio Lc 11, 14-23

Messaggio Da Enzo il Mer 27 Feb 2008 - 2:15

In quel tempo, Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e le folle rimasero meravigliate. Ma alcuni dissero: "E' in nome di Beelzebùl, capo dei demòni, che egli scaccia i demòni". Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo. Egli, conoscendo i loro pensieri, disse: "Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull'altra. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demòni in nome di Beelzebùl. Ma se io scaccio i demòni in nome di Beelzebùl, i vostri discepoli in nome di chi li scacciano? Perciò essi stessi saranno i vostri giudici. Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, è dunque giunto a voi il regno di Dio. Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, tutti i suoi beni stanno al sicuro. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via l'armatura nella quale confidava e ne distribuisce il bottino. Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Marzo Gv 9, 1-41

Messaggio Da Enzo il Lun 3 Mar 2008 - 1:01

In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo interrogarono: "Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché egli nascesse cieco?". Rispose Gesù: "Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è così perché si manifestassero in lui le opere di Dio. Dobbiamo compiere le opere di colui che mi ha mandato finché è giorno; poi viene la notte, quando nessuno può più operare. Finché sono nel mondo, sono la luce del mondo". Detto questo sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò il fango sugli occhi del cieco e gli disse: "Và a lavarti nella piscina di Siloe (che significa "Inviato")!. Quegli andò, si lavò e tornò che ci vedeva. Allora i vicini e quelli che lo avevano visto prima, poiché era un mendicante, dicevano: !Non è egli quello che stava seduto a chiedere l'elemosina?!. Alcuni dicevano: "E' lui" ; altri dicevano: "No, ma gli assomiglia". Ed egli diceva: "Sono io!". Allora gli chiesero: "Come dunque ti furono aperti gli occhi?". Egli rispose: "Quell'uomo che si chiama Gesù ha fatto del fango, mi ha spalmato gli occhi e mi ha detto: "Va' a Siloe e lavati!". Io sono andato e, dopo essermi lavato, ho acquistato la vista". Gli dissero: "Dov'è questo tale?". Rispose: "Non lo so".
Intanto condussero dai farisei quello che era stato cieco: era infatti sabato il giorno in cui Gesù aveva fatto del fango e gli aveva aperto gli occhi. Anche i farisei dunque gli chiesero di nuovo come avesse acquistato la vista. Ed egli disse loro: "Mi ha posto del fango sopra gli occhi, mi sono lavato e ci vedo". Allora alcuni dei farisei dicevano: "Quest'uomo non viene da Dio, perché non osserva il sabato". Altri dicevano: "Come può un peccatore compiere tali prodigi?". E c'era dissenso tra di loro. Allora dissero di nuovo al cieco: "Tu che dici di lui, dal momento che ti ha aperto gli occhi?". Egli rispose: "E' un profeta!". Ma i Giudei non vollero credere di lui che era stato cieco e aveva acquistato la vista, finché non chiamarono i genitori di colui che aveva ricuperato la vista. E li interrogarono: "E' questo il vostro figlio, che voi dite esser nato cieco? Come mai ora ci vede?". I genitori risposero: "Sappiamo che questo è il nostro figlio e che è nato cieco; come poi ora ci veda, non lo sappiamo, né sappiamo chi gli ha aperto gli occhi; chiedetelo a lui, ha l'età, parlerà lui di se stesso". Questo dissero i suoi genitori, perché avevano paura dei Giudei; infatti i Giudei avevano già stabilito che, se uno lo avesse riconosciuto come il Cristo, venisse espulso dalla sinagoga. Per questo i suoi genitori dissero: "Ha l'età, chiedetelo a lui!". Allora chiamarono di nuovo l'uomo che era stato cieco e gli dissero: "Da' gloria a Dio! Noi sappiamo che quest'uomo è un peccatore". Quegli rispose: "Se sia un peccatore, non lo so; una cosa so: prima ero cieco e ora ci vedo". Allora gli dissero di nuovo: "Che cosa ti ha fatto? Come ti ha aperto gli occhi?". Rispose loro: "Ve l'ho già detto e non mi avete ascoltato; perché volete udirlo di nuovo? Volete forse diventare anche voi suoi discepoli?". Allora lo insultarono e gli dissero: "Tu sei suo discepolo, noi siamo discepoli di Mosè! Noi sappiamo infatti che a Mosè ha parlato Dio; ma costui non sappiamo di dove sia". Rispose loro quell'uomo: "Proprio questo è strano, che voi non sapete di dove sia, eppure mi ha aperto gli occhi. Ora, noi sappiamo che Dio non ascolta i peccatori, ma se uno è timorato di Dio e fa la sua volontà, egli lo ascolta. Da che mondo è mondo, non s'è mai sentito dire che uno abbia aperto gli occhi a un cieco nato. Se costui non fosse da Dio, non avrebbe potuto far nulla". Gli replicarono: "Sei nato tutto nei peccati e vuoi insegnare a noi?". E lo cacciarono fuori. Gesù seppe che l'avevano cacciato fuori, e incontratolo gli disse: "Tu credi nel Figlio dell'uomo?". Egli rispose: "E chi è, Signore, perché io creda in lui?". Gli disse Gesù: "Tu l'hai visto: colui che parla con te è proprio lui". Ed egli disse: "Io credo, Signore!". E gli si prostrò innanzi. Gesù allora disse: "Io sono venuto in questo mondo per giudicare, perché coloro che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi". Alcuni dei farisei che erano con lui udirono queste parole e gli dissero: "Siamo forse ciechi anche noi?". Gesù rispose loro: "Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: "Noi vediamo", il vostro peccato rimane".

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Marzo Gv 9, 1-41

Messaggio Da Enzo il Lun 3 Mar 2008 - 1:02



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 2 Marzo Gv 9, 1-41

Messaggio Da Enzo il Lun 3 Mar 2008 - 1:04

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 9 Marzo Gv 11, 1-45

Messaggio Da Enzo il Lun 10 Mar 2008 - 11:41

In quel tempo, era malato un certo Lazzaro di Betania, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella. Maria era quella che aveva cosparso di olio profumato il Signore e gli aveva asciugato i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato. Le sorelle mandarono dunque a dirgli: «Signore, ecco, il tuo amico è malato». All'udire questo, Gesù disse: «Questa malattia non è per la morte, ma per la gloria di Dio, perché per essa il Figlio di Dio venga glorificato». Gesù voleva molto bene a Marta, a sua sorella e a Lazzaro. Quand'ebbe dunque sentito che era malato, si trattenne due giorni nel luogo dove si trovava. Poi, disse ai discepoli: «Andiamo di nuovo in Giudea!». I discepoli gli dissero: «Rabbì, poco fa i Giudei cercavano di lapidarti e tu ci vai di nuovo?». Gesù rispose: «Non sono forse dodici le ore del giorno? Se uno cammina di giorno, non inciampa, perché vede la luce di questo mondo; ma se invece uno cammina di notte, inciampa, perché gli manca la luce». Così parlò e poi soggiunse loro: «Il nostro amico Lazzaro s'è addormentato; ma io vado a svegliarlo». Gli dissero allora i discepoli: «Signore, se s'è addormentato, guarirà». Gesù parlava della morte di lui, essi invece pensarono che si riferisse al riposo del sonno. Allora Gesù disse loro apertamente: «Lazzaro è morto e io sono contento per voi di non essere stato là, perché voi crediate. Orsù, andiamo da lui!».
Allora Tommaso, chiamato Dìdimo, disse ai condiscepoli: «Andiamo anche noi a morire con lui!». Venne dunque Gesù e trovò Lazzaro che era già da quattro giorni nel sepolcro. Betania distava da Gerusalemme meno di due miglia e molti Giudei erano venuti da Marta e Maria per consolarle per il loro fratello. [Marta dunque, come seppe che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa chiederai a Dio, egli te la concederà». Gesù le disse: «Tuo fratello risusciterà». Gli rispose Marta: «So che risusciterà nell'ultimo giorno». Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno. Credi tu questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio che deve venire nel mondo». Dopo queste parole se ne andò a chiamare di nascosto Maria, sua sorella, dicendo: «Il Maestro è qui e ti chiama». Quella, udito ciò, si alzò in fretta e andò da lui. Gesù non era entrato nel villaggio, ma si trovava ancora là dove Marta gli era andata incontro. Allora i Giudei che erano in casa con lei a consolarla, quando videro Maria alzarsi in fretta e uscire, la seguirono pensando: «Va al sepolcro per piangere là». Maria, dunque, quando giunse dov'era Gesù, vistolo si gettò ai suoi piedi dicendo: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto!». Gesù allora quando la vide piangere e piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, si commosse profondamente, si turbò e disse: «Dove l'avete posto?». Gli dissero: «Signore, vieni a vedere!». Gesù scoppiò in pianto. Dissero allora i Giudei: «Vedi come lo amava!». Ma alcuni di loro dissero: «Costui che ha aperto gli occhi al cieco non poteva anche far sì che questi non morisse?». Intanto Gesù, ancora profondamente commosso, si recò al sepolcro; era una grotta e contro vi era posta una pietra. Disse Gesù: «Togliete la pietra!». Gli rispose Marta, la sorella del morto: «Signore, già manda cattivo odore, poiché è di quattro giorni».
Le disse Gesù: «Non ti ho detto che, se credi, vedrai la gloria di Dio?». Tolsero dunque la pietra. Gesù allora alzò gli occhi e disse: «Padre, ti ringrazio che mi hai ascoltato. Io sapevo che sempre mi dài ascolto, ma l'ho detto per la gente che mi sta attorno, perché credano che tu mi hai mandato». E, detto questo, gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!». Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti in bende, e il volto coperto da un sudario. Gesù disse loro: «Scioglietelo e lasciatelo andare». Molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista di quel che egli aveva compiuto, credettero in lui.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 9 Marzo Gv 11, 1-45

Messaggio Da Enzo il Lun 10 Mar 2008 - 11:42

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da . il Lun 10 Mar 2008 - 13:07

mia sorella ha scelto queste parole da mettere sulla sua immagine e sulla lapide perche'' sono parole di VITA ETERNA:

«Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno"

Ma Enzo basta credere in LUI per guadagnarsi la VIta Eterna?

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Efiba il Lun 10 Mar 2008 - 13:35

Bella domanda....Chi crede ma e'in grave peccato e chi non crede ma conduce vita onesta,costoro avranno entrambi la vita eterna ??
Efiba
Efiba
Esperto del Forum
Esperto del Forum

Femmina
Numero di messaggi : 179
Località : genova
Data d'iscrizione : 01.01.08

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Lun 10 Mar 2008 - 13:37

Credere in Lui, significa anche credere in tutto ciò che Lo riguarda, anche la Chiesa, la tradizione e tutto il resto. Queste cose, non si sono fatte da sole, ma sono state tramandate di generazione in generazione, ed hanno sempre risposto, restando attaccati alla fonte, ai problemi dell'oggi, in qualunque epoca. Per questo non si può credere in Gesù come Figlio di Dio e non credere alla Chiesa, suo corpo: è un'aporia, cioè una frase che si nega in sè.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Lun 10 Mar 2008 - 13:40

Gesù chiaramente dice nel vangelo di oggi, di non peccare più, e così fa per ogni persona che guarisce.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Lun 10 Mar 2008 - 13:45

Il rapporto con Gesù, ti sprona a non peccare; dalle parole stesse di Geaù si capisce che questo è possibile (con la sua grazia). Per chi crede, la vita eterana inizia fin da ora; per chi non crede, tutto è lasciato nelle mani di Dio (nel senso che nessuno di noi può esprimersi sul suo futuro eterno); Cfr la parabola dei due figli, uno che dice no al padre, poi va nel campo, l'altro che dice sì, poi non ci va.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Efiba il Lun 10 Mar 2008 - 13:53

Forse ho letto male...che cos'e' "l'aporia"?
Efiba
Efiba
Esperto del Forum
Esperto del Forum

Femmina
Numero di messaggi : 179
Località : genova
Data d'iscrizione : 01.01.08

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Mar 11 Mar 2008 - 1:37

L'aporia è una frase che si contraddice pronunciandola; ad Es "il cane bello è brutto", "la cioccolata buona è cattiva". E' una frase dove entrambe le affermazioni sono vere, ma pronunciate assieme si contraddicono.
Nel caso specifico è come dire di credere nella testa, ma non nel suo corpo, o viceversa. Non dobbiamo dimenticarci che la teologia classica, (i Padri della Chiesa in generale I-VII sec. sia in oriente che occidente) ritenevano che l'insieme dei battezzati componesse il corpo reale di Cristo (cioè quel corpo che si poteva effettivamente toccare), mentre l'Eucaristia era il corpo mistico di Cristo (cioè sotto Mistero). La teologia contemporanea cerca di recuperare questo modo di vedere le cose, che a causa di incomprensioni di traduzioni e tradimenti, si sono radicalmente modificate.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Efiba il Mar 11 Mar 2008 - 12:47

Grazie Enzo per la spiegazione.Oggi si sente spesso affermare "credo in Dio,in Gesu' ma non credo nel diavolo...Si puo' parlare di aporia in questo caso?
Efiba
Efiba
Esperto del Forum
Esperto del Forum

Femmina
Numero di messaggi : 179
Località : genova
Data d'iscrizione : 01.01.08

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Enzo il Mar 11 Mar 2008 - 14:26

penso di sì, perchè comunque anche la presenza del diavolo è testimoniata dalla Bibbia in vari momenti; nei Vangeli stessi si parla di demoni, satana ecc... Gesù e la rivelazione da Lui portata, vanno prese in toto, diversamente si è eretici, cioè si opera una separazione arbitraria: Marcione uno dei primi eretici, aveva ridotto il Vangelo, togliendo ogni riferimento all'Antico Testamento, dicendo che non era più utile; e così tutti gli eretici nella storia. Eretico, non vuol dire colui che è contro la Chiesa e deve essere bruciato, ma semplicemente colui che si separa dalla Chiesa (questo in vari modi).

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da . il Mar 11 Mar 2008 - 17:49

Enzo ha scritto: ma semplicemente colui che si separa dalla Chiesa (questo in vari modi).


.......ecco Ricky ora si che hai trovato la tua collocazione!!!!! Letture del giorno - Pagina 3 226684 Letture del giorno - Pagina 3 874636

.
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 2901
Età : 99
Località : Italy
Data d'iscrizione : 24.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 30 Aprile Gv 20,19-31

Messaggio Da Enzo il Lun 31 Mar 2008 - 12:13

La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!". Detto questo, mostrò loro le mani e il costato. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: "Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi". Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: "Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi". Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dissero allora gli altri discepoli: "Abbiamo visto il Signore!". Ma egli disse loro: "Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò". Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c'era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!". Poi disse a Tommaso: "Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!". Rispose Tommaso: "Mio Signore e mio Dio!". Gesù gli disse: "Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!". Molti altri segni fece Gesù in presenza dei suoi discepoli, ma non sono stati scritti in questo libro. Questi sono stati scritti, perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty 6 Aprile Lc 24,13-35

Messaggio Da Enzo il Lun 7 Apr 2008 - 10:59

Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, e conversavano di tutto quello che era accaduto. Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. Ed egli disse loro: "Che sono questi discorsi che state facendo fra voi durante il cammino?". Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Cleopa, gli disse: "Tu solo sei così forestiero in Gerusalemme da non sapere ciò che vi è accaduto in questi giorni?". Domandò: "Che cosa?". Gli risposero: "Tutto ciò che riguarda Gesù Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e poi l'hanno crocifisso. Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele; con tutto ciò son passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; recatesi al mattino al sepolcro e non avendo trovato il suo corpo, son venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati al sepolcro e hanno trovato come avevan detto le donne, ma lui non l'hanno visto". Ed egli disse loro: "Stolti e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?". E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui.
Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: "Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino". Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Ed ecco si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi si dissero l'un l'altro: "Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?". E partirono senz'indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: "Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone". Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Commento Lc 24,13-35

Messaggio Da Enzo il Lun 7 Apr 2008 - 11:23

Questo brano del Vangelo, collocato in un tempo e un luogo ben preciso, (tre giorni dopo la morte di Gesù, avvenuta di venerdì, e nella strada da Gerusalemme ad Emmaus, circa 11 Km) sembra molto lontano e soltanto un bel ricordo per noi; invece è estremamente attuale, e si realizza ogni domenica: la Santa Messa. Questo passo, racconta quasi lo svolgimento della Messa, dove il ministro è Gesù stesso, che si affianca a persone sfiduciate, abbattute, stanche col cuore appesantito dai fatti. Gesù si affianca ad una comunità in miniatura: "Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, io sarò con loro", e questi testimoniano di essere riuniti nel nome di Gesù. Loro, però, non riconoscono Gesù tra loro. Questo sembra ancor di più attuale, perché quando si partecipa alla Messa, non solo non ci riconosciamo nel nome di Gesù, ma tante volte, non ci riconosciamo nemmeno uniti: per molti, la fede oggi è relegata nell'intimo, nel personale, senza rendersi conto di far parte di una comunità grandissima: la Chiesa. Un esempio pratico: ogni persona risponde in tempi diversi dalle altre, si prega senza ascoltare il vicino o il sacerdote, come se Dio dovesse ascoltare solo noi e la nostra devozione. Gesù spiega le Scritture (come nella Messa, che si leggono passi dell'AT, del NT ed il sacerdote le commenta), ed il risultato è che questi due discepoli si infiammano, capiscono che quello che Gesù dice li riguarda nel loro essere più intimo, dà fuoco alle loro domande profonde. Anche noi oggi, dopo l'omelia siamo infuocati: è il momento di svago della Messa, dove si può leggere, si chiacchiera col vicino, ci si distrae, si sbadiglia: insomma si fa di tutto tranne che ascoltare il sacerdote che parla. Poi accade il grande miracolo: i discepoli non credevano neppure nelle testimonianze che avevano avuto in precedenza, erano come diventati ciechi, appesantiti dagli avvenimenti della vita quotidiana, ma allo spezzare del pane, riacquistano la vista. Gesù sparisce perché questi due da ciechi che erano avevano visto di nuovo Gesù come il Signore della loro vita.

Consiglio: anche a noi può accadere tutto questo, ma dobbiamo prestare molta più attenzione a ciò che viene detto durante la Messa, e a ciò che noi stessi diciamo durante la Messa. Un cuore distratto, rende l'uomo cieco.

Enzo
Forista junior
Forista junior

Maschio
Numero di messaggi : 151
Età : 44
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 28.12.07

Torna in alto Andare in basso

Letture del giorno - Pagina 3 Empty Re: Letture del giorno

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum