monoclonali anticorpi -cosa sono-

Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 12:53

Anticorpi Monoclonali
Nella primavera del 1993, Nils Lonberg creò un topo il cui sistema immunitario era in grado di generare anticorpi umani. A distanza di 6 anni questa tecnica potrebbe portare ad una nuova generazione di farmaci rivoluzionari. Il vantaggio di questi anticorpi quasi umani è che il corpo non li percepisce come estranei e non scatena perciò reazioni immunitarie. Questo significa che possono essere somministrati di volta in volta per curare malattie croniche come cancro o artrite reumatoide.
Due aziende biotecnologiche americane hanno sviluppato questi roditori che sono essenzialmente delle piccole fabbriche di anticorpi. La Abgenix Inc. e la Medarex Inc. hanno speso milioni di dollari in anni di ricerca per sviluppare questa tecnologia che ha scatenato il fortissimo interesse delle multinazionali farmaceutiche bene a conoscenza fatturato che creerà il mercato degli anticorpi. "E’ estremamente affascinante aver creato qualcosa di cui si stava parlando da più di un secolo," sostiene ora Nils Lonberg.

La sua ricetta parte da un metodo per isolare la parte del DNA umano che contiene le indicazioni del sistema immunitario. Successivamente, è stato iniettato questa DNA in un embrione di topo. Dopo qualche tempo si ha un topo che produce anticorpi identici a quelli umani. In questi topi viene inserito l’antigene (virus, cellula tumorale o ormone) che si vuole distruggere. Il topo produce in questo modo l’anticorpo in grado di attaccare l’antigene responsabile della malattia.

Oggi vi sono già diversi anticorpi monoclonali sul mercato tra cui il famoso "Herceptin" , approvato dalla FDA nel settembre 1998 per il cancro al seno ed oggi il fase sperimentale contro il cancro alla prostata. Tutti questi farmaci sono comunque degli ibridi (in parte di topo ed in parte umani), mentre quelli prodotti dalla Abgenix e dalla Medarex sono totalmente umani.

"E’ la realizzazione di un sogno", afferma Donald Drakeman , presidente della Medarex. E tutte le grandi case farmaceutiche si contendono questo grande business.

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 12:58

Anticorpi monoclonali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli anticorpi monoclonali (mAb) costituiscono un insieme di anticorpi identici fra di essi in quanto sono prodotti da linee cellulari provenienti da un solo tipo di cellula immunitaria (quindi un clone cellulare). Dato un qualsiasi antigene, è possibile creare uno o più anticorpi monoclonali in grado di legare specificamente un suo determinante antigenico; questo implica la possibilità di individuare, neutralizzare o purificare la sostanza in oggetto. Questa importante caratteristica degli anticorpi monoclonali li rende uno strumento estremamente efficace in biochimica, biologia molecolare, diagnostica e medicina. Quando tali anticorpi vengono utilizzati in campo terapeutico, il nome dell'anticorpo termina con il suffisso -mab.



Ogni specifico anticorpo, che riconosce uno specifico determinante anigenico

epitopo, è prodotto da uno specifico linfocita B. L'isolamento e la coltura in vitro di una cellula capace di produrre un singolo anticorpo rappresenta una fonte di anticorpi monoclonali (monospecifici).
Tuttavia i linfociti B, quando sono coltivati in vitro, muoiono dopo brevissimo tempo, e quindi non possono essere una fonte per la produzione a lungo termine di anticorpi.

La tecnologia dell'anticorpo monoclonale comprende l'isolamento di questi linfociti B, e la loro successiva fusione con cellule trasformate (cellule mielomatose), utili per le loro caratteristiche di maggior crescita e sopravvivenza. Molte delle risultanti cellule ibride (o ibridomi), che vengono coltivate in vitro, manterranno l'immortalità, oltre a produrre grandi quantità dell'anticorpo monospecifico.

La fusione tra i linfociti B (provenienti dalla milza e dai linfonodi di un animale immunizzato) e il mieloma di topo (l'animale più usato), viene ottenuta per intervento di un promotore di fusione di membrana, come il polietilenglicole.

Il terreno su cui sono allevati gli ibridi è di tipo selettivo conosciuto con il nome di HAT, che proprio per la sua composizione, inibisce la crescita sia dei mielomi che delle cellule della milza non fuse, ma non dell’ibridoma che completa le due linee parenterali.

Gli ibridomi vengono sottoposti a screening per la ricerca degli anticorpi specifici cercati e quelli scelti vengono avviati alla conservazione o alla produzione in massa
[Grange et al., 1987].

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 13:07

Individuato da un gruppo di scienziati dell’Istituto Europeo di Oncologia un ceppo batterico in grado di stimolare una risposta immunitaria di lunga durata.
Un batterio per via orale, anche in somminstrazioni ripetute nel tempo per scatenare una risposta immunitaria anticancro su più fronti. Sarà possibile grazie al lavoro di un gruppo di scienziati dell’Istituto Europeo di Oncologia attivo presso il Campus IFOM-IEO di Milano. La ragione sta in una particolare risposta immunitaria, questa volta locale, che rendeva inefficaci somministrazioni successive alla prima. “Ora abbiamo individuato un ceppo batterico – spiega Maria Rescigno, responsabile del gruppo di ricerca “Immunoterapia” (Programma di Medicina Molecolare) allo IEO e autrice principale della ricerca – che non scatena la risposta locale all’infezione e potrebbe essere quindi efficace per ‘richiami’ in caso di necessità dopo mesi e anche anni.

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 13:26

L’anticorpo è specifico, non miracoloso

Forse qualcuno se ne è dimenticato già, ma è passata soltanto una ventina di giorni dalla notizia del ricovero dei volontari sani, colpiti da una reazione avversa durante sperimentazione di un nuovo farmaco, in Gran Bretagna. Però il fatto ha aperto un’importante riflessione da parte di farmacologi e clinici, perché la “medicina” al centro del fatto era un anticorpo monoclonale, vale a dire la punta di lancia della ricerca. Gli anticorpi monoclonali (MAB) , sono sostanze che non esistono in natura, ma hanno la capacità di legarsi esclusivamente a certe strutture molecolari presenti nelle cellule. Così, alcuni di questi anticorpi vanno a legarsi alle cellule tumorali, determinandone la morte, oppure a occupare recettori che altrimenti sarebbero occupati da altre sostanze fisiologicamente presenti nell’organismo, impedendo una certa reazione (per esempio, l’infiammazione) o potenziandone altre.

Meccanismi ideali
Questa spiegazione, è vero, rende l’idea di una sorta di proiettile intelligente, capace di colpire esclusivamente il bersaglio voluto, ma non toccando cellule (o tessuti) sani. Ora però, un articolo apparso su Lancet tende a ridimensionare questa specificità assoluta. Infatti, si dice lì, un conto è la teoria, un altro la pratica: l’anticorpo monoclonale, cioè, può anche legarsi a bersagli diversi, e si fanno degli esempi. Uno dei primi impieghi dei MAB è stata la diagnostica, perché disporre di un anticorpo capace di legarsi soltanto a una certa sostanza permette di identificarla molto rapidamente e con grande sensibilità in un campione (di sangue o altro): basta contrassegnare l’anticorpo con un’altra sostanza (il marcatore) che possa essere rivelata con qualche sistema (radiazioni, luminescenza...). Malgrado si tratti di reagire in un ambiente controllato, come un campione in una provetta, anche qui si hanno reazioni diverse da quelle ideali. Un altro aspetto, poi, è che se anche l’anticorpo è molto specifico, non è detto che lo sia altrettanto il suo bersaglio: certe strutture molecolari, certi recettori, sono sì presenti in quantità maggiore nelle cellule tumorali, ma possono anche essere presenti in cellule sane, sia pure in misura minore. I problemi, dice l’autore dell’articolo, sorgono perché comunque in un organismo ci sono più cellule sane che cancerose. Qualche problema di questo tipo c’è già stato, per esempio, con il trastuzumab, un anticorpo usato come antitumorale, che ha mostrato una certa carditossicità quando somministrato in associazione ad altri farmaci.

Farlo funzionare solo dove serve
C’è poi da considerare che, comunque, l’organismo è efficientissimo nel trasportare le sostanze più diverse da un punto all’altro del corpo, quindi quando si usa un MAB si deve tenere presente anche questo aspetto. Insomma queste sostanze sono una scoperta importantissima, che proprio per questo richiede ulteriori studi. Per esempio nella ricerca di bersagli che siano quanto più possibile specifici del tumore, e sempre meno frequenti nelle cellule normali. L’altra possibilità è data dall’uso dei MAB per condurre a bersaglio farmaci che poi, per esempio, diventano attivi soltanto sotto l’effetto della luce (terapia fotodinamica). In questo modo, anche se l’anticorpo monoclonale può legarsi a cellule sane, questo non può causare danni se viene esposto alla luce solo il tessuto tumorale. Insomma, anche se può sembrare un paradosso, l’episodio accaduto in Gran Bretagna conferma che ricerca se ne deve fare di più, non di meno. Certo rivedendo i protocolli, magari, e considerando che la specificità assoluta esiste solo nei libri di testo, come la sfera assolutamente sferica e la retta assolutamente diritta.

Maurizio Imperiali

Fonte
Self CH, Thompson S. How specific are therapeutic monoclonal antibodies? The Lancet 2006; 367:1038-1039

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty farmaci monoclonali meccanismo d'azione -effetti collaterali

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 13:44


___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da Calypso il Gio 17 Apr 2008 - 17:13

Alcuni monoclonali sono in sperimetazione sulle persone: vedi il Bevacizumab per il tumore avanzato della mammella. Lo conosco.
Calypso
Calypso
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 1513
Località : Sardegna
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da LUNA il Gio 17 Apr 2008 - 17:26

sapete dirmi se gli anticorpi monoclonali,in caso di patologia tumorale,verrebbero affiancati alla chemio ,oppure in sostituzione ad essa?grazie Very Happy
LUNA
LUNA
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 3566
Località : New york
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 17:39

LUNA ha scritto:sapete dirmi se gli anticorpi monoclonali,in caso di patologia tumorale,verrebbero affiancati alla chemio ,oppure in sostituzione ad essa?grazie Very Happy


Luna in questo link si parla di leucemia linfatica cronica chemio e terapia monoclonale abbinata.



http://italiasalute.leonardo.it/News.asp?ID=8532

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da Calypso il Gio 17 Apr 2008 - 18:34

LUNA ha scritto:sapete dirmi se gli anticorpi monoclonali,in caso di patologia tumorale,verrebbero affiancati alla chemio ,oppure in sostituzione ad essa?grazie Very Happy

Dipende dal tipo di tumore. Nel caso che ho specificato poco fa, tumore avanzato della mammella, e' in sperimentazione sulle donne. Ad alcune lo si somministra da solo ad alcune altre in associazione a chemioterapia orale.
Calypso
Calypso
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 1513
Località : Sardegna
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da LUNA il Gio 17 Apr 2008 - 18:58

Grazi Ale,grazie Xena ,quindi andrebbe comunque abbinata alla chemio,io pensavo potesse sostituirla !!!!!
LUNA
LUNA
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 3566
Località : New york
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da XENA il Gio 17 Apr 2008 - 19:05

Luna da quel poco che ho capito potrebbe essere associata ma non è protocollo standard.Dipende dallo stadio della malattia credo.

___________________________________________________
monoclonali anticorpi -cosa sono- 196mna
XENA
XENA
AdminSalute
AdminSalute

Femmina
Numero di messaggi : 10983
Località : scheda madre
Data d'iscrizione : 22.12.07

https://salutenaturale.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da Calypso il Gio 17 Apr 2008 - 19:57

Se viene somministrato in fase di sperimentazione, e' assolutamente casuale la scelta delle pazienti a cui viene somministrato da solo o in concomitanza alla chemio.
Calypso
Calypso
Utente Senior
Utente Senior

Femmina
Numero di messaggi : 1513
Località : Sardegna
Data d'iscrizione : 29.12.07

Torna in alto Andare in basso

monoclonali anticorpi -cosa sono- Empty Re: monoclonali anticorpi -cosa sono-

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum